Grosseto, 2 febbraio 2018 - La Sanitaria Ortopedica Grosseto torna in testa alla classifica del campionato di serie C femminile aggiudicandosi (33-42 il finale) il recupero dell’ottava di andata sul campo dell’Altopascio. Le biancorosse hanno vinto una dura battaglia, ingaggiata con le lucchesi, che hanno condotto la gara per i primi due periodi, andando all’intervallo sopra di nove punti, dopo essere arrivati anche a più tredici. Nel secondo tempo la musica è però cambiata: la difesa Gea è cresciuta in maniera esponenziale e la squadra con due parziali ineccepibili (14-4 e 14-16) è riuscita a ribaltare la partita.
Nel primo tempo le maremmane sono state letteralmente aggredite dalla formazione di casa, che ha costruito il vantaggio con tanta corsa, alcuni tiri da tre punti al momento giusto, raddoppi su Elena Furi, e una difesa sempre al limite del regolamento, con Chiara Cazzuola che ha ricevuto una serie di colpiti proibiti, mai sanzionati dall’arbitro. Nalesso e compagne sono state però brave a rimanere con la testa sulla partita e a limitare la voglia di riscatto delle locali (battute di 25 punti in casa nello scorso fine settimana) nei primi venti minuti e a venire fuori alla distanza con classe e grande carattere. Ottima nel complesso la prestazione del gruppo. Non è passata inosservata la fisicità di Francesca Benedetti, il grande lavoro di Chiara Cazzuola sotto i tabelloni, dove ha dovuto sostituire per quasi tutta la gara la Nalesso (non al meglio); ma bene in difesa Chiara Camarri ed anche Bianca Bellocchio, che ha infilato una serie di canestri importanti facendosi trovare pronta dalle compagne sui raddoppi alla Furi. Fattore non secondario il grande sostegno che è arrivato dalla panchina alle ragazze in campo: un’ulteriore dimostrazione della coesione dello spogliatoio.