Grosseto, 14 aprile 2017 -  Sale la febbre per i Campionati europei di atletica under 20. l'evento continentale, che si terrà a Grosseto dal 20 al 23 luglio ha visto ieri il primo assaggio di quella che sarà la manifestazione che questa estate animerà lo stadio Zecchini. Mercoledì, allo scattare del countdown dei cento giorni ai Campionati, è arrivata la Nazionale under 20 italiana con a capo il direttore tecnico Stefano Baldini.

Ieri prima un allenamento nel pomeriggio, poi la sfilata per le vie del centro di Grosseto e la presentazione dell'evento. Un biglietto da visita importante per la città maremmana che, a distanza di 16 anni dagli ultimi europei juniores e 13 anni dai campionati mondiali under 20, torna ad ospitare una manifestazione di tale livello. Ad accogliere i 115 atleti in raduno a Grosseto fino a domani, il sindaco Antonfrancesco Vivarelli Colonna e l'assessore allo Sport Fabrizio Rossi.

“Siamo onorati di ospitare eventi di tale portata – hanno detto gli amministratori -, l'Europeo di luglio è un evento importante per tutta la città. Una città a vocazione sportiva e che speriamo possa regalare tante medaglie azzurre”. Per lo stage di quattro giorni, fino alla vigilia di Pasqua, sono convocati in tutto ben 115 atleti: 22 velocisti, 15 ostacolisti, 28 saltatori, 8 specialisti delle prove multiple, 19 mezzofondisti, 8 marciatori e 15 lanciatori. Tra questi anche due campioni europei under 18 in carica: Desola Oki (100 ostacoli femminili) e Alessandro Sibilio (400 ostacoli maschili). E' la prima volta che i Campionati Europei under 20 tornano in una città che li ha già ospitati. Il Consiglio dell'associazione europea di atletica ha attribuito di nuovo la manifestazione alla città di Grosseto nello scorso 12 giugno 2015 durante una riunione ad Oslo. L'edizione di Grosseto sarà la numero 24. “Siamo in attesa di tornare a riprovare gli impianti di Grosseto – ha detto Baldini -, dopo questo stage di prova. Da 5 anni lavoro con i giovani, a Grosseto abbiamo lo stesso clima di Chieti, dove è stata una sensazione bellissima, con una nazionale ancora più competitiva. Grosseto ci dà le massime garanzie per poter allenare al meglio questi ragazzi”.