Grosseto, 12 aprile 2017 -  Da oggi i commercianti della Maremma hanno una possibilità in più per aumentare il proprio volume d’affari: catturare potenziali acquirenti stranieri (di nazionalità extra Ue) assicurando il rimborso dell’Iva. Ascom Confcommercio Grosseto, infatti, ha attivato una convenzione con l’intermediario Tax Free Vat Refund Service for Tourists SpA che, appunto, permette a tutti i turisti extracomunitari che fanno acquisti nei negozi convenzionati in provincia di Grosseto di recuperare quasi per intero il costo dell’Iva sul prodotto acquistato.

Per i commercianti locali è indubbiamente un vantaggio, perché permette di aprire il proprio negozio a una clientela «nuova» che – assicurano dall’Ascom – è molto ben informata riguardo a questa possibilità. Del resto il meccanismo è molto semplice, e non ha particolari costi per i commercianti che devono soltanto aderire al progetto versando una quota assai ‘popolare’. Una volta formalizzata l’adesione al circuito , il negoziante potrà esporre la vetrofania «Tax free shopping» che sarà quindi riconosciuta dai turisti stranieri extra Ue. I quali potranno entrare nell’esercizio e fare gli acquisti come un qualsiasi altro cliente; una volta pagata la somma relativa potranno richiedere un apposito modulo che il commerciante dovrà compilare con il quale poi chiedere il rimborso dell’Iva. Rimborso che non sarà a carico del negoziante, ma, appunto, del sistema «Tax free».

In pratica sia il cliente straniero, sia il commerciante hanno da guadagnare da questa operazione. «Presentiamo con orgoglio sul territorio questo nuovo servizio offerto in diversi Paesi del mondo – affermano presidente e direttore di Ascom Confcommercio, Gabriella Orlando e Carla Palmieri - Hotel di lusso, casali immersi nelle campagne maremmane, ville sul mare della nostra costa sono luoghi prediletti dai russi e dagli americani. Crediamo che i commercianti grossetani devono cogliere questa opportunità come un modo per rendersi maggiormente attrattivi nei confronti dei turisti che vogliono fare acquisti di un certo livello. Anche questo significa ‘internazionalizzare’ le nostre imprese e rendere il nostro territorio più accogliente». Per informazioni rivolgersi in associazione all’ufficio soci e convenzioni, Barbara Tartagli, numero di telefono 0564-47011.