Roccastrada (Grosseto), 11 febbraio 2018 - Sta per partire a Roccastrada, in provincia di Grosseto, il progetto che interessa la locale scuola media denominato  “Aule laboratorio disciplinari”. Un progetto innovativo dove la configurazione tradizionale delle aule, secondo la quale a ogni classe è attribuito uno spazio aula in cui gli studenti vivono la maggior parte del tempo scolastico, viene scompaginata per lasciare il posto ad un nuovo modello: le aule sono assegnate in funzione delle discipline che vi si insegnano.

Ecco che gli spazi possono essere riprogettati e allestiti con un setting funzionale alla specificità della disciplina stessa. Il docente ha uno spazio tutto suo, non più un ambiente indifferenziato da condividere con i colleghi di altre materie ; può per questo adeguarlo alla sua didattica, predisponendo arredi, materiali, libri, strumentazioni. L'aula è assegnata al docente, gli studenti “ruotano” di aula in aula.

È così superata la divisione tra attività curricolare e attività di laboratorio: il laboratorio è l'aula stessa dove si progetta e si fa didattica per competenze. “Il cambiamento non sta solo in un mutamento di immagine, sicuramente più moderna e accattivante - sostengono i docenti della scuola - ma è l'esito di una riflessione didattica e pedagogica maturata dopo lunghe riflessioni: ripensare gli spazi, dare loro flessibilità e modularità, personalizzare l'aula, coinvolgere gli studenti nella ricerca di soluzioni adatte al loro apprendimento, significa ripensare la didattica e l'educazione.”