Grosseto, 13 gennaio 2018 - Ufficializzato l’accordo tra Regione Toscana e Governo per il finanziamento di opere di manutenzione, realizzazione e messa in sicurezza delle infrastrutture toscane. Il contributo complessivo ammonta a 170milioni di euro e sarà distribuito nei prossimi anni attingendo dalla risorse del «Fondo per lo Sviluppo e la Coesione 2014-2020»; di questi 8milioni e 200mila euro saranno destinati al miglioramento della sicurezza sulla strada Regionale 74 con la realizzazione del progetto ‘Nuovo ponte sul fiume Fiora’ che interessa il tratto dal chilometro 42+400 al chilometro 43+300 nel Comune di Pitigliano.

Sono soldi che arrivano dal Cipe e che serviranno per il miglioramento della sicurezza di un’arteria fondamentale per il territorio. Le risorse sono state attribuite accogliendo le richieste del presidente della Toscana e dell’assessore regionale alle infrastruttutre, che hanno indicato 16 interventi sulle infrastrutture come ‘prioritari e strategici’ per migliorare la mobilità in varie parti della regione. La strada regionale 74 ‘Maremmana’ è uno dei collegamenti interregionali più importanti del centro Italia, sia per il traffico commerciale che per quello turistico.

Il tratto toscano ricade tutto nella provincia di Grosseto e costituisce la principale via di collegamento tra la costa e i comuni di Sorano, Pitigliano e Manciano. Per ammodernare e mettere in sicurezza l’intero tratto toscano, anche con il rifacimento della pavimentazione e di alcune opere, erano previsti 4 lotti funzionali.

Quello finanziato proprio ieri è il quarto ed ultimo e prevede la realizzazione di un nuovo ponte sul fiume Fiora, in sostituzione di uno esistente che ha la carreggiata ridotta e limitazioni di portata per i mezzi pesanti. Il nuovo ponte sarà realizzato con tre campate e lunghezza complessiva di circa 120 metri, pile intermedie e tratti di raccordo in rilevato. Il ponte sul Fiora, da sempre, è considerato una priorità per un’arteria fondamentale. Che collega una bella fetta di territorio e che sfocia anche nel Lazio.

Una strada che, soprattutto nel Comune di Manciano, ha sempre avuto dei problemi anche di stabilità. Dovuti anche in parte all’alluvione che colpì Marsiliana e il suo territorio in due occasioni distinte, nel 2012 e nel 2014. In attesa anche di veder conclusa la bretella che collegherà la strada lasciando «fuori» l’abitato di Manciano, come da sempre chiedono gli abitanti della Circonvallazione, asfissiati da un traffico che aumenta anno dopo anno. I lavori, che avranno come soggetto attuatore la Regione Toscana, dovranno concludersi entro il 2022.