Grosseto, 11 aprile 2016 - Dopo la divulgazione delle immagini choc da parte della Procura di Grosseto, dove si vedono i maltrattamenti subiti dai piccoli bambini dell'asilo nido L'albero azzurro, molti genitori sono andati a prendere i loro figli per portarli via.

Non è escluso che la struttura venga chiusa. I genitori stanno pensando di rivolgersi a un legale per intraprendere un'azione collettiva contro le maestre e le educatrici dell'asilo nido.

"Le indagini su presunti insulti e maltrattamenti non devono mettere in discussione - hanno detto il sindaco di Grosseto, Emilio Bonifazi e l'assessore alle politiche educative Giovanna Stellini - la professionalità e la qualità dell'offerta formativa che caratterizza da sempre decine di strutture, nidi e scuole dell'infanzia, private, comunali e statali a Grosseto. Lo sviluppo delle indagini e degli interrogatori da parte degli organi inquirenti ci consentirà comunque di conoscere e approfondire la natura e la gravità di certi comportamenti. Naturalmente l'Amministrazione comunale può revocare sia l'autorizzazione che l'accreditamento della struttura in questione, che non era comunque convenzionata, qualora vengano meno i requisiti previsti dal Regolamento regionale. È chiaro, d'altro canto - concludono -, che certe situazioni ed eventuali responsabilità penali individuali, come quelle che sembrano emergere dai resoconti di stampa, non sono individuabili con una semplice ispezione".