Grosseto, 13 aprile 2017 - La procura di Grosseto ha indagato tre persone e messo sotto sequestro preventivo la scuola del paese di Ribolla perché l'edificio non rispetta la normativa antisismica. Gli indagati sono il sindaco del Comune di Roccastrada Francesco Limatola, l'assessore comunale ai lavori pubblici Bruno Medda e il responsabile dell'ufficio tecnico.

I sigilli sono stati posti dai carabinieri. Il plesso scolastico di Ribolla che ospita sia scuole elementari sia medie, è frequentato da 269 studenti. Il 20 aprile, al rientro dalle vacanze di Pasqua, gli alunni saranno ospitati in via provvisoria nel capoluogo, a Roccastrada, in un'altra struttura. «Il Comune - afferma il sindaco Francesco Limatola in una nota - in questi anni ha effettuato un monitoraggio costante sulla sicurezza strutturale della scuola senza che si siano verificate specifiche criticità».

«Nell'ottobre 2016 - aggiunge - abbiamo affidato l'incarico per un progetto tecnico-economico»; «lo studio ha evidenziato l'idoneità statica e condizioni sismiche non preoccupanti: ha però anche consigliato la realizzazione di una nuova scuola più funzionale e moderna piuttosto che l'adeguamento di quella esistente». Inoltre, prosegue sempre il sindaco, «il settembre scorso abbiamo convocato due ingegneri, ricevuti alla presenza della giunta e dell'allora responsabile dell'ufficio tecnico. Il Comune in quella sede veniva rassicurato che la scuola fosse fruibile in condizioni di ragionevole sicurezza da parte di tutti gli utenti. Dopodiché abbiamo riaperto la scuola per il corrente anno scolastico»