Padova, 4 febbraio 2018 - I Carabinieri di Cittadella, nel Padovano, hanno sequestrato anche a bgrosseto e La Spezia diversi gioielli, monili e preziosi di proprietà del marchio Morellato, del valore di 430mila euro.

L'operazione è stata disposta per decreto di perquisizione personale e locale, con conseguente sequestro, emesso dalla Procura della Repubblica di Padova e ha interessato in simultanea la società D'Amante e una quarantina di suoi punti vendita situati in numerosi centri commerciali aperti, oltre che nella provincia di Padova, anche in quelle di Agrigento, Alessandria, Bergamo, Bologna, Brescia, Como, Forli'-Cesena, Frosinone, Grosseto, Imola, La Spezia, Latina, Milano, Monza-Brianza, Novara, Pescara, Pordenone, Rimini, Roma, Teramo, Torino, Treviso, Udine e Venezia.

La vicenda trae origine da un contenzioso tra la D'Amante e la Morellato, storico marchio padovano del settore, che contestava la mancata restituzione di gioielli e preziosi per un valore complessivo di oltre 430mila euro, consegnati in conto vendita a D'Amante per la successiva commercializzazione nei suoi punti vendita e per i quali non sarebbe mai stato pagato il corrispettivo. Quanto sequestrato è stato affidato in custodia giudiziale in attesa della definitiva restituzione da parte dell'autorità giudiziaria alla stessa Morellato.