Grosseto, 15 febbraio 2017. Acquistati quattro nuovi impianti di videosorveglianza intelligente per contrastare lo sversamento e l'abbandono illecito di rifiuti e sostanze inquinanti. Gli occhi elettronici, dotati di sensori, saranno installati in punti strategici del territorio comunale ed entreranno in funzione grazie a una particolare fotocellula che attiva la registrazione solo in presenza di persone o veicoli. Ognuno dei quattro dispositivi acquistati è in grado di scannerizzare e riconoscere le targhe di eventuali automezzi anche in condizioni di visibilità ridotta. Dotate di batterie per alimentazione a lunga durata e memoria sd da 16 giga, le videocamere avranno un'autonomia di registrazione pari a venti giorni. “L'attenzione all'ambiente – spiega l'assessore al Ciclo rifiuti, Simona Petrucci – è un dovere per tutti. Smaltire in modo corretto quel che dev'essere cestinato è una priorità. Troppo spesso ci troviamo ad avere a che fare con problemi legati all'inciviltà di alcuni. Un'inciviltà che va a danneggiare la qualità della vita di tutti: questo non dev'essere tollerato”. In linea anche l'assessore alla Polizia municipale, Fausto Turbanti: “I quattro macchinari che abbiamo acquistato rappresentano un sistema innovativo, semplice e veloce. Un supporto concreto e affidabile per tutti gli uomini in divisa che presidiano il nostro territorio. La legalità è un valore: dev'essere garantita”. Nelle prossime settimane il circuito diverrà operativo. In futuro non è esclusa l'integrazione di questo sistema con altri strumenti di supporto.