Firenze / Arezzo / Empoli / Grosseto / La Spezia / Livorno / Lucca / Massa Carrara / Montecatini / Pisa / Pontedera / Pistoia / Prato / Sarzana / Siena / Viareggio / Umbria

La tragedia della Costa Concordia: il sequestro dei beni di Schettino

Il provvedimento deciso dal gup

Si tratta di un provvedimento, notificato dai carabinieri, che si affianca all'attivita' di inchiesta che si e' chiusa con le richieste di rinvio a giudizio

Il relitto della Concordia (Reuters)
Il relitto della Concordia (Reuters)

Grosseto, 23 marzo 2013 - Il gup di Grosseto, su richiesta della Procura, ha disposto il sequestro conservativo dei beni mobili e immobili di tre indagati nell'indagine sul naufragio della Costa Concordia: il comandante Francesco Schettino, l'hotel director Manrico Giampedroni e il fleet crisis coordinator di Costa Crociere Roberto Ferrarini. Si tratta di un provvedimento, notificato dai carabinieri, che si affianca all'attivita' di inchiesta che si e' chiusa con le richieste di rinvio a giudizio. In pratica, la decisione della magistratura ''congela'' lo stato patrimoniale degli imputati in caso di condanna. Niente sigilli, pero', agli immobili, ma una trascrizione all'ufficio del registro, sulle particelle catastali, segnalera' l'esistenza del provvedimento cosi' che chiunque fosse interessato alla compravendita venga messo a conoscenza del vincolo.

Condividi l'articolo
404 - Resource not found
404 – Resource not found

  • Notizie Locali
  • il Resto del Carlino:
  • La Nazione
  • Il Giorno
  • Blog
Copyright © 2013 MONRIF NET S.r.l. - Dati societari - P.Iva 12741650159, a company of MONRIF GROUP