Grosseto, 12 settembre 2017 - Prove tecniche di tracciato ciclo-viario. Domenica, per il terzo anno consecutivo, torna l’appuntamento con la passeggiata attraverso il Parco naturale della Maremma organizzata dall’associazione culturale e sportiva Ombrone, in collaborazione con il Comune e l’ente parco, nel percorso da Alberese (piazza del Combattente) a Talamone.

E proprio questa occasione sarà utile, oltre che per raggiungere le finalità turistico–ambientali che si ripropongono gli organizzatori, per testare la funzionalità di questo percorso nell’ambito del mega progetto della ciclopista Tirrenica che da Sanremo dovrebbe arrivare alle porte di Roma. Progetto che di recente ha visto la sottoscrizione di uno specifico accordo di programma da parte delle tre Regioni interessate: Liguria, Toscana e Lazio.

«Un pezzo di questa ciclopista dovrebbe interessare proprio il Parco della Maremma – ha annunciato ieri mattina la presidente dell’ente, Lucia Venturi – Il progetto è pronto, ora vedremo come completare la copertura economica». Tornando alla «Pedalata attraverso la Maremma» presentata ieri mattina in Comune alla presenza del vice sindaco, nonché assessore al turismo Luca Agresti, la formula è quella ormai collaudata che ha portato al successo le prime due edizioni. Passeggiata lunga (circa 30 chilometri complessivi) ma adatta a tutti: dai bambini agli adulti e con qualsiasi tipo di bicicletta.

Non c'è bisogno di iscriversi prima: ci si ritrova domenica mattina alle 8.30 in piazza del Combattente di Alberese e si parte. Non c’è bisogno nemmeno della bicicletta, perché volendo la si può noleggiare sul posto al costo popolare di 5 euro per tutta la giornata. La carovana delle due ruote sarà seguita anche da una officina tecnica mobile per eventuali guasti. Il programma è uno spettacolo nelle spettacolo. Perchè una volta arrivati a Talamone si potrà salire sulla Rocca per ammirare un panorama mozzafiato e si potrà visitare l’acquario dove attualmente sono ospitate anche due tartarughe Caretta Caretta. In caso di maltempo, la pedalata slitterà di una settimana. L’organizzazione ringrazia Antonella Vivarelli Colonna per l’autorizzazione al passaggio. Pranzo al sacco oppure menù fisso a «Il nido del Gabbiano».