Grosseto, 21 giugno 2017 – Un viaggio in Sicilia restando in Maremma. Da giovedì 22 a domenica 25 giugno il centro storico di Grosseto sarà conquistato dai sapori, dai profumi e dai colori della Sicilia. Piatti tipici come pane e panelle, i cannoli, il panino con la meusa, ma anche vini, liquori, e le stupende ceramiche di Caltagirone. L'inaugurazione si terrà giovedì 22 giugno alle 17.30 in piazza Dante. Interverrà il famoso attore e caratterista siciliano Tony Sperandeo, vincitore di un David di Donatello per il film “I cento passi”, protagonista in varie fiction di successo come “La Piovra”, “Squadra Anitmafia”, “Distretto di Polizia”.

Nelle piazze Dante e Duomo per tutti e quattro i giorni, dalle 10 a mezzanotte, saranno allestiti il mercatino dei prodotti tipici e gli stand dello street food. La manifestazione itinerante “Sicilia viva in festa” fa tappa a Grosseto grazie all'impegno del Centro commerciale naturale centro storico Grosseto con il patrocinio del Comune.

È previsto un ricchissimo assortimento di dolci unici nella loro tipicità: la cassata, i buccellati a base di marmellata di fichi, la frutta martorana con farina di mandorle, i cuddureddi al ripieno di miele o di ricotta o di frutta candita, i dolcetti alle mandorle e le reginelle, biscotti ricoperti di sesamo.

E poi l'immancabile cannolo siciliano decorato anche con granella di pistacchio, di cioccolato oppure di scorza d’arancia. Sono questi solo alcuni dei "capolavori" gastronomici siciliani, insieme al cioccolato di Modica, alle creme e ai liquori di Pistacchio di Bronte, per poi gustare salumi, formaggi (dal caciocavallo al maiorchino), olive, acciughe, gli antipasti sott’olio, vini come il Nero d'Avola e liquori (Zibibbo, Marsala, Passito di Pantelleria, Malvasia di Lipari). Non mancheranno miele, spezie, marmellate, frutta e verdura direttamente dalla Sicilia.

E per i più affamati: “A Vucciria”, nome di un antico mercato palermitano, con street food a base di arancini, pane e panelle (che di sapore assomigliano vagamente alla cecina), lo sfincionello, il panino con la meusa (ovvero con la milza) e il panino con le stigghiole.

Ad affiancare il settore dei prodotti tipici, l’artigianato con le ceramiche di Caltagirone, i bellissimi Pupi, le marionette della tradizione dell’Opera dei Pupi che narra le gesta e le pazzie d’amore di antichi cavalieri come Orlando. Ad arricchire l’omaggio alla tradizione culturale siciliana saranno i canti e le danze dello spettacolo folcloristico del gruppo “Sicilia nostra” che andrà in scena domenica 25 giugno dalle 18 e che coinvolgerà grandi e bambini in divertenti balli.