Grosseto, 27 giugno 2017 - L'orchestra sinfonica Città di Grosseto mercoledì 28 giugno alle 21.15 aprirà la serie dei concerti estivi sul tradizionale palcoscenico del Cassero, con un concerto  decisamente inedito. Sarà messa in scena una fiaba musicale, ma non una fiaba consueta, bensì una speciale, nuova. Si tratta infatti dell'opera vincitrice della prima edizione del concorso letterario musicale "Mi racconti una... Musica?".

Il concorso, promosso dall'orchestra Città di Grosseto a ottobre 2016, era rivolto alle classi quarta e quinta delle scuole primarie e prima, seconda e terza delle secondarie di primo grado degli istituti comprensivi cittadini. Hanno aderito 28 classi di 5 comprensivi diversi. Circa 650 bambini si sono dunque sbizzarriti, come novelli sceneggiatori, nel comporre storie, fiabe, racconti, suggeriti alla loro fantasia dall’ascolto di alcuni frammenti di brani musicali.

Il compito di evocare, nelle loro giovani menti personaggi, vicende, misteri e colpi di scena, è stato affidato alle note scaturite dal genio del bambino prodigio per eccellenza della musica, Mozart. Tra i tanti e davvero ben fatti elaborati, un’attenta e difficile selezione ha portato a un titolo vincitore assoluto, che verrà svelato direttamente la sera del 28 e meriterà l'immediata messa in scena.

La narrazione sarà affidata alla giovane e talentuosa attrice grossetana Agnese Giacomelli e a dirigere l'orchestra cittadina sarà il maestro Oliver Weder, di grande esperienza internazionale, già direttore musicale principale del Teatro di Stato Rimsky-Korsakov del Conservatorio di San Pietroburgo e direttore ospite permanente al Kirov, attualmente direttore stabile della Thueringen Symphony Orchestra e dell'orchestra dell'Opera Rudolstadt in Germania.

La classe autrice della fiaba vincitrice, ma anche quelle che si sono distinte nella competizione, riceveranno inoltre come premio delle pregevoli sculture realizzate dagli alunni del Liceo Artistico del "Polo Bianciardi", dietro la supervisione della professoressa Antonella De Felice e gentilmente messe a disposizione dalla dirigente scolastica Daniela Giovannini.

Nella seconda parte del programma sarà ancora la bacchetta del maestro Weder a condurre l’orchestra in una delle più emblematiche composizioni della storia della musica: la Sinfonia n. 3 in mi bemolle maggiore op. 55, detta “Eroica”, di Beethoven. Nel 1802, un Beethoven entusiasta dei nuovi ideali della rivoluzione francese, alla notizia dell’imminente marcia su Vienna di Napoleone con il suo esercito, decide di scrivere e dedicargli un’opera celebrativa e rappresentativa dell’eroe che combatte per la giustizia dell’umanità intera, in nome del bene e della libertà.

Fu poi lo stesso Beethoven, deluso e arrabbiato, a strappare la dedica dal frontespizio della partitura dopo l’autoproclamazione di Napoleone a imperatore. Oggi la Terza Sinfonia continua comunque ad essere chiamata ”Eroica”, perché con questo nome è passata alla storia grazie alla sua imponenza (che sarà superata poi solo dalla Nona Sinfonia) e soprattutto perché le sue note, patrimonio di tutti, risuonano comunque come un simbolo segreto di progresso culturale e di conoscenza, di ribellione e riscatto contro l’oppressione. Biglietti in vendita un'ora prima del concerto al Cassero.