Grosseto, 28 aprile 2017 – Artisti sopraffini, Fabrizio e Daniele Lamioni hanno ricostruito dettagliatamente il Palazzo dei Priori di Magliano in miniatura. L'opera potrà essere ammirata fino a lunedì 1 maggio alla mostra “Arte, storia e manualità” allestita al centro enoturistico in occasione dei festeggiamenti popolari a Magliano in Toscana. Costruito nel 1425 per volontà del capitano del popolo Pietro Salimbeni Benassai che lo utilizzò come residenza, il Palazzo fu successivamente abitato dai priori durante il periodo della loro carica. Nonostante le ristrutturazioni subite nel corso dei secoli che ne hanno in parte modificato l’aspetto originario, l'edificio rimane una delle principali attrattive artistiche del paese. Impiegando più di un anno e mezzo di tempo, Fabrizio Lamioni si è occupato della costruzione del modello realizzato in legno, muratura, pietra e cotto; mentre Daniele ha svolto tutte le ricerche storiche e artistiche. Entrambi strettamente coinvolti nello studio e nelle riproposizioni delle tradizioni popolari e culturali del territorio, fanno parte del Gruppo tradizioni popolari “Il Chiovello”. Fabrizio e Daniele Lamioni hanno alle spalle anche altre bellissime opere, le Capanne dei pastori e dei carbonai, la Fonte di Pereta o “lavatoi delle pettegole”, e il macchinario per le ricerche idriche e geologiche in uso intorno agli anni Sessanta. “Si tratta di iniziative che non si limitano a riproporre modelli estetici – spiegano i Lamioni – ma puntano soprattutto a ricostruirne la memoria e le radici storiche”.
Irene Blundo