Grosseto,15 agosto 2017 - Gran finale con notte bianca e col reggae di Luciano Messenjah. Cala il sipario per l'edizione 2017 di Festambiente tra degustazioni, concerti, dibattiti, e giochi per i bambini. Si chiude questa sera Festambiente, con un Ferragosto che promette uno spettacolo assicurato. Sul palco centrale infatti arriverà il reggae sound di Luciano Messenia, cantante e icona del reggae più cosciente e sociale negli ultimi 20 anni. Jepther Washington McClymont in arte Luciano, ha conosciuto una carriera ricca di successi come come “Where There Is Life, It's Me Again, Your World and Mine e Lord Give Me Strenght” e di album degni di nota come “A New Day”, nominato ai Grammy del 2002. Sarà un Ferragosto da non perdere quello di Festambiente, con una giornata ricca di appuntamenti dedicata alla scienza, che si concluderà poi con la notte bianca. Si parte nel pomeriggio alle 17.30 alla cittadella dei bambini con i “Golosi assaggi” del Caseificio Sociale Manciano. Dopo la merenda tutti in piscina con sup e kajak per bambini dai 6 ai 16 anni. Dalle 18 alla Casa Ecologica si può scegliere tra A testa in su!, con una serie di esperimenti interattivi per la realizzazione di nuvole, nebbia, grandine, lampi e cicloni. Alle 18 ai laghetti incontro sulla tartaruga marina e il suo habitat con il Centro Tartanet, al Parco Regionale della Maremma. L’ultimo appuntamento con le degustazioni parte alle 19 dall’Officina dei Sapori con Sangiovese nel cuore, nell’animo e nel terroir. Degustazione guidata di vini in collaborazione con l'Azienda Agricola Roccapesta di Scansano, segue alle 19.30 alla Bottega del Gusto, una degustazione di pecorino toscano Dop in collaborazione con Consorzio Tutela del Pecorino Toscano Dop di Grosseto. Alle 20.30 all'auditorium, il professor Fabrizio Pettini, ricercatore del Centro Fermi e del'”Manetti” spiegherà la connessione tra quantità di raggi cosmici ed eventi metereologici. A seguire, alle 22, La scienza coatta presenta Pe’ dilla tutta live – Astronomica. La Scienza cotta approda a Festambiente con una raccolta di aneddoti comici in romanesco accompagnati da immagini ironiche e dissacranti. Un viaggio tra le stelle, rigorosamente in chiave coatta, attraverso il quale raccontare i protagonisti dell’astronomia, da Margherita Hack a Galileo, passando per Copernico e Hubble. Chiude il cartellone di concerti alle 22.30, Luciano Messenjah, con l'unica data in Toscana e nel centro sud Italia per la notte bianca che chiuderà il festival con una meravigliosa festa di mezza estate tutta da ballare. Dopo il concerto parte la notte bianca della musica per salutare la ventinovesima edizione del festivalal Bar Il Naturale con un Green Happy Hour, e al ristorante Il Maremmano Happy Hour e cocomerata sotto le Stelle.