Roma, 3 febbraio 2017 - Battuta d’arresto della Toscana Aeroporti I Medicei, priva di Basson infortunato, al “Giulio Onesti” dell’Acqua Acetosa a Roma nella dodicesima giornata di Eccellenza. Il punto in più poco aggiunge alla classifica della squadra di Presutti che perde, oltre alla partita, la possibilità di mantenere ancora viva la speranza di raggiungere posizioni migliori dell’attuale settima. Da neopromossa il cammino è stato finora comunque positivo, ma resta un po’ di rammarico per qualche occasione non sfruttata appieno. Come contro la Lazio, battuta nei precedenti tre incontri stagionali comprendendo il Trofeo Eccellenza ma stavolta vittoriosa.

Eppure l’avvio di gara dei Medicei è delle giornate migliori. Al 16’ Greef schiaccia in meta e Newton trasforma. Al 24’ Leibson accorcia per i padroni di casa che con la meta realizzata trovano anche più convinzione. Momento difficile per I Medicei che al 38’ subiscono la seconda meta da Ceballos che poi trasforma, per un parziale di tempo di 12 a 7. A inizio ripresa un calcio piazzato per parte, poi I Medicei si portano avanti ma non concretizzano per quanto prodotto se non un altro calcio del solito Newton. Inutili gli assalti finali, la Lazio vince e i fiorentini devono accontentarsi di un punto.

Il tabellino

Lazio Rugby 1927 15

Toscana Aeroporti I Medicei 13

LAZIO RUGBY 1927: Antl, Di Giulio (78’ Giangrande), Guardiano, Giacometti (58’ Santoro), Bonavolontà F., Ceballos (45’ Calandro), Bonavolontà D., Freytes, Filippucci (cap), Ercolani (58’ Riedi), Cicchinelli, Pierini, Leibson, Cugini (76’ Forgini), Di Roberto (50’ Amendola). All. Montella.

TOSCANA AEROPORTI I MEDICEI: Mattoccia, Morsellino (50’ Esteki), Mccann, Rodwell, Lubian, Newton, Taddei, Greef, Boccardo, Brancoli, Maran (cap), Cemicetti, Montivero (55’ Zileri), Baruffaldi, Schiavon. All. Presutti.

Arbitro: Rizzo di Ferrara. Marcatori: 16’ m Greef tr Newton, 24’ m Leibson, 38’ m Ceballos tr Ceballos, 42’ cp Ceballos, 47’ cp Newton, 72’ cp Newton.

Note: 14’ cartellino giallo Di Roberto. Cugini Man of the Match.

Paolo Mugnai