Firenze, 2 dicembre 2017 - Parlare di una crisi della squadra Primavera è forse ingeneroso considerando l’età di chi va in campo, ma come definire altrimenti la sesta sconfitta nelle ultime sette partite? Forse il tifoso fiorentino è abituato anche troppo bene ma dopo l’umiliante 4 a 0 patito dal Milan in Coppa Italia solo mercoledì, non si sarebbe di certo aspettato di subire tre reti dal Chievo in sette minuti a capovolgere un risultato che sembrava ormai acquisito.

Così l’undicesima giornata di campionato al “Bozzi” si trasforma da partita del riscatto a ulteriore crisi per la Fiorentina di Bigica.

Eppure i viola passano in vantaggio al 21’ con un gran tiro di Hagi da posizione defilata e conseguente esultanza incomprensibilmente polemica del giocatore che allarga le braccia verso la tribuna. Al 32’ il raddoppio di Sottil, che sfrutta al meglio l’assist di Gori, sembra mettere al sicuro il risultato.

Nella ripresa, però, accade l’irreparabile. Alla mezz’ora il Chievo accorcia le distanze, pochi minuti dopo pareggia e addirittura segna la terza rete con Bertagnoli che ribatte in rete la respinta di Cerofolini sul tiro di Rivi.

Il tabellino

Fiorentina 2 Chievo 3

FIORENTINA: Cerofolini, Lakti, Ranieri, Illanes, Valencic (35’ st Corigliano), Pinto, Sottil, Toure (38’ st Longo), Gori, Hagi, Maganjic (20’ st Faye). All. Bigica.

CHIEVO: Pavoni, Kaleba, Michelotti (30’ Rivi), Di Masi, Sbampato, Pogliano, Liberal, Danieli, Isufaj (1’ st Pedroni), Vignato, Bertagnoli. All. D’Anna.

Arbitro: Capone di Palermo.

Marcatori: 21’ Hagi, 32’ Sottil, 29’ st Rivi, 33’ st Vignato, 36’ st Bertagnoli.