Firenze, 8 febbraio 2018 - Alla vigilia di Fiorentina-Juventus, che si gioca domani sera alle 20.45 allo stadio Franchi, il tecnico viola Pioli parla e dice che farà  "di tutto per motivare la squadra, per renderla più combattiva possibile ma non credo ci sarà bisogno".

"Fiorentina-Juve? Queste partite si preparano da sole, tutti lo sanno. Chi vive a Firenze - aggiunge -  sa che importanza ha questa gara".

"I tifosi devono aiutarci - dice ancora -  ma non ho dubbi che lo faranno. Noi dobbiamo cercare di andar oltre i nostri limiti ed è quello che vogliamo fare. Sappiamo che qui è 'la partita': dobbiamo dare tutto quello che abbiamo e potrebbe non bastare, ma c'è sempre un piccolo serbatoio da cui attingere qualcosa", ha detto Pioli.

E per quanto riguarda il ritorno di Federico Bernardeschi  a Firenze in veste di avversario, Pioli commenta: "Bernardeschi? Io sono contento di allenare il Federico (Chiesa, ndr) che ha avuto la volontà di rimanere con noi. Con Bernardeschi ho avuto una telefonata quando sono arrivato, ma era una situazione già troppo avanti e non si poteva fare nulla".