Firenze, 10 febbraio 2018 - "Mi aspettavo una serata difficile però ho cercato di rimanere tranquillo ed è andata bene". Così Federico Bernardeschi autore del gol che ha sbloccato la partita contro la sua ex squadra. Per il giocatore bianconero è stata la prima volta al Franchi da avversario e ha saputo andare oltre i fischi e i cori offensivi che lo hanno bersagliato fin dal riscaldamento.

"Io sarò sempre riconoscente alla Fiorentina perché mi ha fatto crescere ed è anche grazie ad essa se sono arrivato alla Juve - ha continuato il giocatore bianconero - La mia esultanza? Non credo di aver mancato di rispetto a nessuno, io sono un professionista e come tale ho fatto delle scelte, c'è chi le accetta e chi no. Ma io questa sera dovevo rispetto ai miei attuali tifosi".

Intanto la sorella di Bernardeschi, Gaia, sul proprio profilo social, si è sfogata contro i contestatori del fratello: "Sei riuscito a trasformare i fischi in musica e a zittire uno stadio, sei un grande fratello. Cari fiorentini, mi dispiace per voi e ora tutti muti, stiamo godendo e non poco".