Firenze, 3 febbraio 2018 - «Il confronto con i tifosi è stato importante e anche comprensibile dopo una sconfitta come quella con il Verona, difficile da accettare. Siamo stati invitati a tornare la Fiorentina che ha fatto bene nella prima parte di stagione, perchè come ci hanno ricordato i tifosi si può perdere sul campo, ma mai la faccia».

Lo ha detto Stefano Pioli aspettando la trasferta di domani con il Bologna, gara quanto mai delicata per la squadra viola reduce da due ko di fila e soprattutto dalla figuraccia di domenica scorsa. «Abbiamo un solo obiettivo, ripartire subito e bene - ha detto il tecnico viola -. La squadra ha preso coscienza, non c'è paura anche se è scattato un pò di allarme: tocca a me trovare le soluzioni per rimettersi in marcia, io credo nelle potenzialità di questa Fiorentina, dovremo essere decisi, determinati, compatti».

Pioli ha poi aggiunto di aver sentito spesso i Della Valle in questa settimana, «ma non so se verranno - ha detto -, io spero di vederli presto ma non faccio l'indovino». Infine sul mercato, che ha portato il centrocampista Dabo e l'attaccante Falcinelli. «Due ottimi innesti, giocatori pronti, ci daranno una grossa mano ma - ha concluso Pioli - non è sicuro che domani giocheranno dal primo minuto».