Crotone, 19 marzo 2017 - La Fiorentina a Crotone coglie un successo prezioso per continuare a sperare nell'Europa. Dopo una partita non esaltante, ma comunque dopo aver sbagliato molte occasioni, i viola sfruttano quella che, ormai, è diventata una sorta di "zona Kalinic" quasi allo scadere. Il gol decisivo, infatti, viene segnato dal croato con un pallonetto su assist di Saponara al 45' e recupera due punti a Lazio e Inter.

La Fiorentina va subito vicina al gol al 2' con Tello servito da Ilicic e che davanti a Cordaz (seppur da posizione defilata) tira di poco alto sulla traversa. Sarà la prima di una lunga serie di occasioni sbagliate. Dopo il "patto" annunciato congiuntamente da Corvino (direttore generale dell'area tecnica), Sousa (allenatore)  e Gonzalo (capitano) per riconquistare i tifosi e provare ad agganciare l'Europa League, occorre dare concretgezza all'impegno per cercare di salvare (almeno in parte) una stagione al di sotto delle attese. Contro i calabresi (che, invece, cercano di tener vive le ultime speranze di salvezza) non gioca Bernardeschi a causa dei suoi problemi alla caviglia. Paulo Sousa sceglie Ilicic a fianco di Borja Valero a sostegno di Kalinic in attacco, ripropopnendo Tello e Chiesa esterni.

Dopo l'occasione di Tello si fanno pericolosi i padroni di casa con Falcinelli in tre occasioni: prima salva Astori in scivolata, poi in due occasioni l'attaccante sbaglia di poco la mira di testa (16') e di piede (19'). I viola concedono troppi pallloni agli avversari e rischiano qualcosa. Poi, però, al 23' sono ancora gli uomini di Sousa a farsi pericolosi: Ilicic tira da fuori e Kalinic devia impegnando Cordaz. 

I viola cominciano a crescere e al 29' Ilicic coglie il palo (il sesto per lo sloveno in questo campionato) dopo una bella azione personale. Al 32' ancora Kalinic pericoloso con un colpo di testa alto di poco, poi al 40' doppia occasione per il croato con respinta di un dfifensore e poi nuova parata di Cordaz.

Anche nella ripresa i viola partono cercando il gol con più insistenza rispetto ai calabresi, ma nell'ultimo passaggio o nel tiro non c'è precisione. Ad andare vicini al gol però sono i padroni di casa al 16' con un palo colpito da Falcinelli. Al 19'  Tello spreca malamente un contropiede cercando il tiro piazzato che Cordaz para facilmente. La squadra viola viaggia a ritmi troppo lenti e il possesso palla è sterile. Si sente la mancanza di Bernardeschi, ma anche di Chiesa che è in campo ma è in giornata negativa. Così, Sousa toglie il giovane talento al 21' e inserisce Saponara: un cambio che, alla fine, si rivelertà decisivo.

Sousa toglie anche Ilicic e Badelj per inserire Babacar e Olivera e al 27' Kalinic si divora un gol su cross da sinistra colpisce il portiere da pochi passi. I viola creano più occasioni degli avversari, ma sbagliano tantissimo. Al 45' , però, la maggior pressione dei viola ottiene il risultato: come contro il Cagliari è Kalinic a segnare con un bel pallonetto su ottimo assist di Saponara.

Arrivano tre punti, il gioco ancora no, ma intanto la rincorsa all'Europa League resta aperta e di questi tempi in casa viola non è poco.

Il tabellino

CROTONECordaz; Rosi, Ferrari, Ceccherini (14' st Dussenne), Mesbah; Rohden, Barberis (36' st Capezzi), Crisetig, Acosty Tonev (5' st Trotta), Falcinelli. Allenatore: Nicola. 

FIORENTINA (3-4-2-1): Tatarusanu; Sanchez, Gonzalo, Astori;  Chiesa (21' st Saponara), Badelj (Olivera), Vecino, Tello; Borja Valero, Ilicic (24' st Babacar), Kalinic. Allenatore Sousa

Arbitro: Pairetto

Marcatore: 44' st Kalinic

Note: ammoniti Cordaz, Gonzalo

Fiorentina campione d'Italia: gli eroi del primo scudetto raccontano. Il video