Firenze, 18 maggio 2017 - Le strade del Mugello nel ricordo di Gastone Nencini e di altri campioni di quella zona, come Franco Ballerini, Guido Boni, Vasco e Mario Baroni. Anche oggi folla imponente a salutare il giro in viaggio verso la terra del “Campionissimo” Fausto Coppi e della montagne che incontrerà nell’ultima settimana. La tappa da Forlì a Reggio Emilia era ritenuta per velocisti, ed allora ecco il tris in questo Giro per lo sprinters più forte in assoluto il colombiano Fernando Gaviria che con la maglia ciclamino sulle spalle ha regolato tutto il gruppo relegando al secondo posto Mareczko ed al terzo l’irlandese Bennett.

Due anche i momenti che resteranno nella storia della corsa rosa. Il traguardo di Barberino di Mugello dedicato a Gastone Nencini e vinto fa Marco Marcato sui due compagni di fuga Maestri e Firsanov ed il primo gran premio della montagna del Giro in autostrada al Valico Appenninico vinto da Mirco Maestri.

A proposito di quest’ultimo, l’atleta della Bardiani Csf ha fatto di tutto per essere protagonista visto che si arrivava nella sua città. Per 215 chilometri è stato in fuga con Marcato e Firsanov, poi quando quest’ultimi si sono rialzati lui ha insistito, ma il sogno di arrivare da solo è sfumato a poco meno di sette chilometri dal traguardo, quando il gruppo è piombato su di lui e nello sprint Gaviria, il principe delle volate, ha conquistato il terzo successo dopo Cagliari e Messina. Naturalmente classifica immutata e domani ancora una tappa adatta a lui da Reggio Emilia a Tortona di Km 167.

ORDINE DI ARRIVO: 1) Fernando Gaviria (Quick Step Floors) Km 229, 5h18’55”, media Km 42,946; 2) Jakub Mareczko (Wilier Triestina); 3) Sam Bennett (Bora- Hansgrohe); 4) Bauhaus (Team Sunweb); 5) Richeze (Quick Step Floors); 6) Gibbons; 7) Modolo; 8) Greipel; 9) Stuyven; 10) Ferrari.

CLASSIFICA GENERALE: 1) Tom Dumoulin (Ola-Team Sunweb); 2) Quintana (Movistar) a 2’23”; 3) Mollema (Trek Segafredo) a 2’38”; 4) Pinot (FDJ) a 2’40”; 5) Nibali (Bahrain Merida) a 2’47”; 6) Amador a 3’05”; 7) Jungels a 3’56”; 8) Kangert a 3’59”; 9) Pozzovivo a 4’05”; 10) Zakarin a 4’17”.