Roma, 26 dicembre 2017 - Finisce ai quarti di finale il cammino (breve: solo due partite) della Fiorentina in Coppa Italia. I viola perdono all'Olimpico contro la Lazio e a decidere è un gol di Lulic al 5' del primo tempo con grandi responsabilità dei gigliati. Per il resto, un primo tempo biancoceleste in cui i viola sbagliano tutto il possibile a centrocampo, poi una ripresa quasi tutta in attacco per la squadra di Pioli. Nonostante il possesso palla e la continua pressione, i viola creano una sola vera palla gol con uno spunto di Chiesa. Troppo poco per ribaltare la partita.

L'allenatore viola Stefano Pioli cambia qualcosa rispetto alla vittoria di Cagliari: in porta gioca Dragowski, in difesa spazio a Gaspar e Milenkovic (Pezzella ancora reduce dall'infortunio) e davanti parte titolare Babacar, l'uomo che ha deciso la gara di Cagliari, con Saponara e Chiesa a supporto.

Parte in attacco la Fiorentina all'Olimpico nei quarti di finale di Coppa Italia contro la Lazio, ma a passare in vantaggio dopo 5 minuti sono i biancazzurri con Lulic che beffa la difesa viola con un'azione sulla sinistra conclusa con un diagonale vincente. Non bene Benassi (che perde palla)  e Gaspar (che si fa superare) nell'occasione.

Al 7' da destra ci prova Gaspar, ma il tiro è fuori di poco. I viola cercano di reagire, ma al 12' Caicedo supera Dragowski in uscita e Gaspar salva sulla linea evitando il raddoppio biancoceleste.

Troppi i palloni persi dai viola e la Lazio cerca il raddoppio: al 24' Milinkovic-Savic da fuori impegna Dragowski. A centrocampo i viola faticano e l'assenza di Badelj si fa sentire. 

Al 29' sull'ennesimo pallone perso dalla Fiorentina si innesca il contropiede laziale concluso da Immobile (subentrato all'infortunato Caicedo) con un tiro non troppo distante dai pali di Dragowski. Al 31' ancora un rischio per i viola: Anderson supera in tunnel Sanchez e il suo tiro cross è deviato da Dragowski.

Al 38' altro errore di Saponara che dà un pallone sbagliato a Sanchez: sulla ripartenza i laziali costruiscono un'altra palla gol con Lulic che impegna Dragowski in una gran parata di piede.

La serie degli errori viola nei passaggi è imbarazzante: al 45' Astori fa un assurdo passaggio orizzontale, contropiede  biancoceleste e Anderson sbaglia la mira di poco.

Nella ripresa Pioli toglie Saponara e Benassi (entrambi poco incisivi) inserendo Simeone ed Eysseric. I viola sembrano più compatti, la Lazio è meno precisa e la squadra di Pioli attacca in cerca del pareeggio.

La pressione della Fiorentina aumenta e al 19' è bravissimo Chiesa a liberarsi dell'avversario, accentrarsi ed effettuare un gran diagonale con grande risposta di Strakosha.

Al 21' i viola si fanno sorprendere da un contropiede con Immobile lanciato a rete, ottimo recupero difensivo di Vitor Hugo. Pioli si gioca la carta Gil Dias al posto di Gaspar. La Fiorentina preme con un insistito possesso palla, ma poco dinamismo davanti e rischia in contropiede: al 36' Lulic si crea un'altra palla gol con un'azione personale, Dragowski para.

Nel finale i viola premono alla ricerca dell'episodio favorevole, ma nonostante lo sforzo generoso in realtà non producono veri pericoli per la porta di Strakosha. Finisce 1-0 e ai viola resta il rammarico di aver perso contro una Lazio non proprio irresistibile. In semifinale vanno i biancocelesri, ora la Fiorentina deve concentrarsi sulla sfida al Milan sabato 30 dicembre.

Il tabellino

LAZIO (3-5-1-1): Strakosha; Bastos, De Vrij, Radu; Basta, Parolo, Leiva, Milinkovic-Savic (41' st Luis Alberto), Lulic; Anderson (13' st Lukaku); Caicedo (25' pt Immobile). Allenatore Simone Inzaghi

Fiorentina (4-3-2-1): Dragowski; Gaspar (29' st Gil Dias), Vitor Hugo, Milenkovic, Astori; Sanchez, Veretout, Benassi (1' st Eysseric); Chiesa, Saponara (1' st Simeone); Babacar. All.: Pioli. 

Arbitro: Damato di Barletta

Marcatori: 5' pt Lulic

Note: ammoniti Gaspar, Strakosha, Veretout

Vivi  le emozioni della partita con la nostra diretta Twitter con hashtag #FiorentinaNazione  a cura di Niccolò Casalsoli