Firenze, 28 luglio 2015 - Gambe in spalla, quindicimila chilometri vi apettano. Francesca Ciullini e Stefano Carmagnini, poco più che trentenni e sposati da quattro anni, hanno deciso di fare i bagagli, lo stretto indispensabile, e partire. Via da Firenze alla scoperta dell'Europa, a piedi. Senza una vera e propria destinazione, senza un percorso definito: l'obiettivo è cercare lavoro e dare una bella scossa alla routine.

Entrambi commessi: Stefano, cassintegrato, ha deciso di lasciare questa precarietà che dura ormai da oltre un anno e Francesca prenderà un anno di aspettativa per valutare se l'Europa può offrirle di meglio. Ventitre sono gli stati da attraversare e settecento i giorni previsti per farlo, secondo il calendario pubblicato sul sito e sulla pagina Facebook dedicati al viaggio.

L'impresa partirà il 19 agosto, ma cosa vi spinge a partire?

"Ci piace viaggiare ma soprattutto siamo stufi di stare qui, l'obiettivo è quello di cambiare vita e cercare un posto che ci piaccia da dove ricominciare perché qui in Italia non abbiamo avuto molte soddisfazioni. Stefano è laureato in scienze della formazione mentre io sono diplomata e mi piacerebbe lavorare come traduttrice o interprete ma non ho mai avuto occasione e allora vado a cercarmela", spiega Francesca.

Un viaggio comunque impegnativo, cosa serve per affrontarlo?

"Due paia di pantaloni, quattro magliette, due paia di scarpe, uno ai piedi e uno di scorta, tenda, sacchi a pelo, fornellino, lampadine, luci, pannellino solare da attaccare allo zaino che fa anche da carica batterie, un telefono e un tablet per comunicare col resto del mondo. Poi, per sicurezza porteremo anche un gps tracciante collegato al sito www.walkineurope.it, il portale che aggiorneremo passo passo... Connessione permettendo. Il tutto concentrato dentro a un carrettino che spesso viene usato per trasportare i bambini in bicicletta".

Emozione?

"Tanta, non vediamo l'ora di partire. E' da un anno che ci prepariamo, precisamente da aprile scorso e ora non resta che andare".