Calenzano (Firenze), 1 gennaio 2018 - Wiener Haus è la "casa della cotoletta" perché la "milanese" in realtà nasce come cotoletta viennese e i piatti della Mitteleuropa ora si possono mangiare in un ristorante di Calenzano. Wiener Haus è gestito da Clara D’Onofrio, una signora di 55 anni, partita ragazzina da Bollate con la licenza di terza media e con la passione per la cucina del mondo. Nel 2006 Clara dopo varie esperienze (Burghy, Mc Donald’s) approda in Toscana e apre Old Wild West al centro commerciale I Gigli a Campi (35 dipendenti), quest’anno ha fatto il bis a Casalecchio di Reno.

E ora il grande salto di qualità con un locale come Wiener Haus che darà lavoro a regime a 40 persone. Sviluppato su 900 metri quadri è fra i più grandi ristoranti d’Italia con 350 posti a sedere e si mangia dall’antipasto al dolce con una formula nuova: "Abbiamo inserito – racconta Clara – i giochi da tavolo, i biliardi, il calcio balilla, la biblioteca perché il pranzo o la cena devono essere un momento di rilassamento. Bambini e adulti non possono stare sempre col cellulare o il tablet a tavola. Qui si può mangiare e passare anche un po’ il tempo con i vecchi giochi da tavolo". Wiener Haus ha già fatto 28 assunzioni e le figure ricercate sono camerieri e aiuto-cuochi.

Nel menu ci sono 80 pietanze, 10 tipi di birre, oltre a bevande o vino, e i piatti vengono cambiati ad ogni stagione: sono ricette già pronte perchè ispirate a piatti bavaresi e anche locali. "Nelle mie capacità e nei miei progetti – prosegue Clara – ha creduto molto Marco Di Giusto, proprietario della Cigierre, gruppo di cui fanno parte Wiener Haus e Old Wild West e per me, dopo tanti anni di lavoro, è una gioia quando il 10 del mese posso pagare lo stipendio. E dopo 2-3 mesi vedo che i dipendenti realizzano di avere un vero lavoro e possono togliersi qualche soddisfazione".

Al Wiener Haus sono ben accette le persone over 40: "Non è all’età che guardiamo ma alla voglia di lavorare. Qualcuno si è stupito di essere stato preso in considerazione a 50 anni: serve serietà e affidabilità". Presentarsi al ristorante in via V. Emanuele 16 per i colloqui. Il ristorante Wiener Haus è un progetto che rientra nel nascente "Centro Vittorio Emanuele": il complesso commerciale che vede la presenza di marchi a carattere nazionale e darà occupazione ad oltre 200/250 persone.

M. Serena Quercioli