Firenze, 20 aprile 2017 - Già ventilata come ipotesi, adesso prende corpo in maniera ufficiale la soluzione della destinazione provvisoria, durante il periodo del Ramadan, della ex caserma Gonzaga alla comunità islamica fiorentina. Rispondendo a una domanda della consigliera comunale Donella Verdi (SI) l'assessore all'urbanistica Giovanni Bettarini ha spiegato che «dalla comunità islamica fiorentina è arrivata la richiesta ufficiale: è stato chiesto fare uso di uno dei locali della caserma Gonzaga, per un periodo limitato di tempo e a spese della stessa comunità».

La richiesta arriva a poco più di un mese dall'inizio del Ramadan (che inizia il 27 maggio) ed è motivata, ha aggiunto l'assessore, «dall'insufficienza del centro islamico di Borgo Allegri in centro, soprattutto per quanto riguarda il periodo del Ramadan». Quanto al percorso partecipativo per la destinazione della dismessa caserma ai confini con il Comune di Scandicci, al quale sono arrivati circa 60 progetti, ma che non prevedeva inizialmente la possibilità di accogliere in via permanente una moschea, poi invece profilata dal sindaco Dario Nardella, Bettarini ha garantito che «nessuno intende smentirlo: ma il percorso è, tra l'altro, in fieri e, si è costituita da poco la commissione per valutare i 60 progetti pervenuti. Niente vieta che il piano possa essere poi integrato, l'area è di oltre 40 ettari, ci sono tante ipotesi in corso e noi pensiamo che possa sussistere anche un'ipotesi di questo tipo», ha aggiunto Bettarini riferendosi all'idea di Nardella.