Firenze, 19 maggio 2017 - Restituita alla Curia fiorentina la porzione di una pala d'altare raffigurante l'incoronazione della Vergine con i santi Andrea e Lorenzo, attribuita alla scuola di Anton Domenico Gabbiani: l'opera, di fronte alla quale era solito pregare don Lorenzo Milani nella sua chiesa di Sant'Andrea a Barbiana, fu rubata nel novembre 1993 dall'edificio religioso e poi smembrata in sei parti per facilitarne la vendita.

Negli anni i carabinieri del nucleo tutela patrimonio culturale hanno recuperato quattro frammenti, compreso quello - raffigurante il Padreterno - restituito ieri al termine di una messa celebrata nella pieve di San Giovanni Battista di Vicchio (Firenze).

La pala d'altare, risalente al 1721, fu trafugata dalla chiesa di Sant'Andrea a Barbiana insieme ad altri oggetti liturgici.

Secondo quanto ricostruito dai carabinieri, fu portata in un garage di Firenze e poi smembrata in sei parti vendute poi separatamente. Nel corso degli anni, le porzioni raffiguranti Sant'Andrea e San Lorenzo sono state recuperate presso due antiquari fiorentini. Quella raffigurante un angelo è stata ritrovata e sequestrata in provincia di Siena. Il quarto frammento è stato sequestrato nel 2002 in un'abitazione privata a Siena. Il recente dissequestro ne ha reso possibile la restituzione, avvenuta a un mese dalla visita di Papa Francesco che a Barbiana pregherà sulla tomba di don Milani.