Firenze, 12 settembre 2017 - PIÙ DI SEIMILA persone, 500 musicisti, 50 direttori d’orchestra al Mandela Forum per celebrare i 25 anni di storia della Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze. Un traguardo che l’ente presieduto da Umberto Tombari ha voluto festeggiare offrendo un concerto colossale, che ha messo insieme le istituzioni più rappresentative della città: il Coro delle voci bianche e il Coro del Maggio Musicale Fiorentino con i solisti dell’Accademia del Maggio, l’Orchestra del Conservatorio Cherubini, l’Orchestra dei Ragazzi della Scuola di Musica di Fiesole, l’Orchestra Giovanile Italiana e l’Orchestra della Toscana.

Trasferita - causa maltempo - da piazza Santa Croce al Mandela Forum la festa è stata illuminata da una suggestiva cornice di proiezioni e luci che hanno trasformato l’arena in un fantastico ‘Son et Lumière’ di grande effetto scenico. A fare gli onori di casa la verve di una gran signora della scena come Lella Costa e la spigliata e onnivora passione musicale del regista Francesco Micheli, insieme a presentare gli interpreti e le musiche di Liszt, Gershwin, Beethoven, Tchaikovsky, Moore, Naplan, Verdi.

Giovanissimi cantori per l’apertura: Lorenzo Fratini dirige il Coro delle Voci bianche del Maggio Musicale Fiorentino, in un trittico festoso. Il visionario poema sinfonico Les Preludes di Franz Liszt impegna l’Orchestra del Conservatorio Luigi Cherubini, sotto la bacchetta di Paolo Ponziano Ciardi. La Scuola di Musica di Fiesole schiera l’Orchestra dei Ragazzi, guidata da Edoardo Rosadini, nella beethoveniana a Ouverture da Egmont e poi in una rapida incursione nel musical, con Strike up the band di George Gershwin. Il concerto ‘incantato’ riunisce per la prima volta i ragazzi fiesolani ai giovani musicisti del Conservatorio nel nome di Beethoven, con la Sinfonia dal Nabucco di Verdi - ancora con Edoardo Rosadini - e nella fantasmagorica Ouverture 1812 di Čajkovskij diretta da Paolo Ponziano Ciardi.

La conclusione del concerto è affidata alla bacchetta di Daniele Giorgi che riunisce l’Orchestra Giovanile Italiana, l’Orchestra della Toscana, il Coro del Maggio ed i solisti dell’Accademia del Maggio Musicale Fiorentino nell’esecuzione del grandioso finale della Nona Sinfonia di Beethoven. Come in ogni compleanno, non mancano i regali. La Fondazione CR Firenze ha infatti messo a disposizione per 100 fortunati spettatori altrettanti biglietti gratuiti per visitare la prossima mostra di Palazzo Strozzi o per alcuni degli spettacoli previsti dalla programmazione autunnale del Teatro dell’Opera di Firenze.