Firenze, 5 febbraio 2018 - Tragedia sui binari a Firenze, nella zona di Rifredi, dove un giovane, un 22enne paracadutista originario della Lombardia, è morto investito da un treno.

Alle 19,50 il traffico ferroviario è stato interrotto e poi riattivato, secondo quanto riporta una nota di Trenitalia, attorno alle 20,45. Sul posto l'autorità giudiziaria per i rilievi di rito. Seri i ritardi accumulati dai treni in uno dei tratti ferroviari più importanti della Toscana, fino a due ore di ritardi segnalati sul sito di Trenitalia.

Tutta da chiarire la dinamica dell'investimento, ma dalle prime ricostruzioni sembra che si sia trattato di un incidente. In base a una prima ricostruzione della Polfer, la vittima sarebbe stata travolta mentre attraversava i binari, all'altezza del binario 3 dal treno Italo 8959 in arrivo da Brescia alla stazione di Santa Maria Novella, e diretto a Napoli. Per il ventenne, all'arrivo dei soccorsi, non c'era più niente da fare. Il pm di turno, dopo i rilievi della polizia scientifica e della Polfer, ha autorizzato la rimozione del corpo.

Poco dopo le 20.30, i treni hanno ripreso a circolare su sei dei 9 binari della stazione. I passeggeri dell'Italo 8959 sono stati ridistribuiti sui convogli successivi.