Firenze, 20 marzo 2017 - Lo hanno sorpreso a togliere le placche antitaccheggio dai vestiti esposti e hanno chiamato i carabinieri. I vigilantes del magazzino Upim di via Gioberti hanno così fatto arrestare  per tentato furto aggravato un 36enne marocchino, già noto per i suoi diversi alias, i suoi precedenti inerenti reati contro il patrimonio e l’immigrazione clandestina, nonché per un decreto di espulsione dello scorso 18 novembre per il quale è stato denunciato.

L’extracomunitario, all’interno del negozio, dopo aver rotto le placche antitaccheggio cercava di impossessarsi di vari capi di abbigliamento, per un valore di circa 80 euro, non riuscendo nel suo intento grazie al tempestivo intervento dei vigilantes e dei carabinieri attivati dagli stessi. I successivi accertamenti hanno permesso di rinvenire e sequestrare il coltellino utilizzato per rompere le placche antitaccheggio e di recuperare la refurtiva che è stata restituita al magazzino.