Firenze, 20 marzo 2017 - Un pullman di tifosi della Juventus partiti dalla Campania per il match tra Sampdoria e Juventus, è stato bloccato e assaltato con spranghe e sassi da un gruppo di violenti. E' successo ieri mattina, sull’A1 tra Arezzo e Firenze in corsia nord all'altezza di Scandicci. Il bus, con ventiquattro occupanti a bordo, aveva fatto sosta all’autogrill Arno Est, all’altezza di San Giovanni, poi la ripartenza. E poco dopo l’agguato.

Due auto affiancano il bus, dai finestrini iniziano a piovere pietre contro le vetrate del bus. L’autista del pullman cerca allora di seminare le auto, che per tutta risposta iniziano a speronarlo. Ma non è finita qui. Perchè all’altezza di Scandicci il bus trova una Mercedes piazzata di traverso sulla carreggiata. Sembra un’imboscata. Il pullman è costretto a  fermarsi. A quel punto dal van e dalle auto scendono teppisti con tanto di di spranghe e pietre alla mano. Iniziano l'aggressione al bus, il cui conducente, però, riesce con una manovra a scappare.

Interviene la polizia stradale toscana, il pullman viene scortato alla più vicina stazione di servizio e vengono raccolte informazioni sull’accaduto. E scattano le ricerche dei violenti. La  pista è quella dell’odio calcistico. E infatti dopo poco viene ritrovato il van  verso Empoli, dove le nove persone a bordo seguono il Napoli in trasferta.

Nel cofano  vengono ritrovate le spranghe e i nove vengono segnalati alla Digos.  Un altro dei mezzi è stato ritrovato, in panne,  nel tratto Aretino dell’A1