Firenze, 12 agosto 2017 - In trappola. Per fortuna, un uomo ne ha sentito il miagolio e ha dato l'allarme. E' successo a Pontassieve. Un gatto è stato trovato dalle guardie zoofile dell'Enpa all'interno di una trappola basculante, di quelle usate per catturare animali selvatici. La gabbia è stata sequestrata e al proprietario è stata data una multa da 100 euro. L'uso di questo tipo di gabbia risulta, infatti, vietato a tutela della fauna selvatica.

L'uomo, una volta rintracciato, si è giustificato raccontando che, pochi giorni prima, una faina si era introdotta in una voliera uccidendogli tutti i piccioni addestrati per richiamo ai colombacci.

A segnalare il caso un cittadino che stava percorrendo a piedi la strada che porta ad Acone. Non appena udito il miagolio del gatto provenire da alcuni annessi agricoli, l'uomo ha cercato di capire da dove provenisse. Una volta individuato l'animale chiuso all'interno di una trappola in ferro, ha informato l'ufficio del nucleo guardie zoofile Enpa di Firenze. Il personale per la tutela animali ha effettuato un sopralluogo e individuato la gabbia all'interno della recinzione tra due baracche, in un'area privata. Una volta ottenuta l'autorizzazione della Procura ha proceduto al salvataggio del micio.

La gabbia dopo la liberazione