Firenze, 11 settembre 2017 - "Quanto successo a Firenze è di una gravità inaudita. Seguiamo il lavoro che sta facendo magistratura ma saremo ovviamente inflessibili".

Lo ha detto il ministro della Difesa Roberta Pinotti oggi a Genova a margine della cerimonia di consegna delle medaglie della Liberazione a 14 partigiani genovesi a proposito del presunto stupro di due studentesse americane da parte di due carabinieri a Firenze.

IL CAPO DELLA POLIZIA FRANCO GABRIELLI "I casi singoli vanno giudicati con estrema inflessibilità, severità" ma "io credo proprio di no", i due carabinieri indagati a Firenze per stupro non gettano discredito sulle forze di polizia italiane. Così il capo della polizia, Franco Gabrielli, a margine dell'inaugurazione della sede della polizia stradale di Courmayeur.

"Credo - ha proseguito - che non facciano bene a nessuno le difese d'ufficio a oltranza ma per fortuna abbiamo istituzione forti, solide, che sicuramente vivono queste situazioni con grande dolore, con grande dispiacere, ma che minimamente intaccano la storia, su tutte, dell'Arma dei carabinieri, che da oltre 200 anni garantisce la legalità, il rispetto delle regole, delle leggi, nel nostro Paese. Riusciamo sempre a distinguere le responsabilità dei singoli dalla capacità, la solidità e la sicurezza che le istituzioni offrono ai cittadini, non solo del nostro Paese ma soprattutto a chi nel nostro Paese viene per passare momenti di tranquillità".