Ginestra Fiorentina (Firenze), 10 dicembre 2015 - Il cadavere di un uomo è stato trovato in posizione rannicchiata all'interno del bagagliaio di un'auto (una Citroen C1) ferma poco dopo la rotonda di Ginestra Fiorentina, in un parcheggio nei pressi della Fi-Pi-Li. A scoprirlo è stato un passante che ha visto spuntare una mano dal bagagliaio, mentre il corpo, all'interno, era sotto alcune coperte. Sull'episodio indagano i carabinieri.

 

L'uomo è un pratese di 48 anni.  Qualcuno gli ha sparato un colpo di pistola alla testa a distanza ravvicinata, per la precisione alla tempia sinistra. Sul corpo è visibile il foro di entrata del proiettile all'altezza della tempia  e quello di uscita sulla nuca. Prima di essere ucciso l'uomo, conosciuto dalle forze dell'ordine per piccoli precedenti legati alla droga, sarebbe stato picchiato: sul corpo sarebbero evidenti i segni di percosse.

La moglie aveva segnalato la sua scomparsa questa mattina ai carabinieri.

All'epoca 26enne, Raucci, fu arrestato dai carabinieri del Ros il 2 luglio 1993 nell'area di servizio di Firenze Nord, mentre con un complice stava ritirando un carico di 173 chilogrammi di hashish da un camionista spagnolo. Secondo quanto ricostruito all'epoca dagli inquirenti, Raucci avrebbe avuto il compito di trasferire il carico nel Nord Italia per conto di un'organizzazione criminale.

Notizia in aggiornamento