Firenze, 14 marzo 2017 - Dovrebbe essere fatta giovedì prossimo l'autopsia sul corpo della donna, 30 anni, di Prato, trovata senza vita ieri mattina nel bagno di una stanza in un hotel di Firenze. Il pm Tommaso Coletta ha affidato l'incarico al medico legale e a un consulente per gli esami tossicologici.

Secondo quanto appreso il compagno della donna, 49 anni, il primo a dare l'allarme dopo averla trovata in bagno al suo risveglio, verrà iscritto nel registro degli indagati.

I due, dicono gli inquirenti, nel corso della notte avrebbero assunto cocaina e alcolici e la morte potrebbe essere stata causata da un'overdose.

Il reato contestato all'uomo, come atto dovuto e per consentirgli di nominare un consulente di fiducia, dovrebbe essere quello di morte in conseguenza di altro reato.