HOMEPAGE > Firenze > Anarchici, nuove scritte contro polizia e Unità d'Italia

Anarchici, nuove scritte
contro polizia e Unità d'Italia

Nella notte raid in Oltrarno, imbrattati numerosi edifici, tra cui una fiancata della basilica Santo Spirito. E' la seconda volta in pochi giorni dopo l'operazione della Digos

Stampa l'articolo Invia per e-mail Clicca due volte su qualsiasi
parola di questo articolo per
visualizzare una sua definizione
tratta dai dizionari Zanichelli
| | condividi

Firenze, 8 maggio 2011 - Scritte riconducibili ad ambienti antagonisti e anarchici hanno imbrattato nella notte i muri del quartiere Oltrarno, in risposta all'operazione della digos che nei giorni scorsi ha portato a 5 arresti domiciliari e 78 denunce per vari reati. Le scritte sono state tracciate sulle facciate di vari edifici e persino su una  fiancata della basilica di Santo Spirito.

 

Sono stati anche affissi dei volantini sulle facciate di alcuni edifici. In uno si legge: ''Associazione a delinquere, dicono loro: noi diciamo autonomia, azione, conflitto''. Tra le scritte, con spray rosso e nero: ''Se lottare è  un reato siamo tutti criminali'', ''Tutti liberi'', ''Basta repressione'', ''Associati per la rivoluzione'', ''Credi ai muri non ai giornali'', ''Criminali sono i padroni''. E anche: ''In ogni caso nessun rimorso''.

 

Su altri edifici sono state realizzate anche scritte contro l'Unità d'Italia, con vernice arancione e firmate con falce e martello, tra cui "150 anni di sfruttamento e capitalismo, non c'è nulla da festeggiare". Negli ambienti investigativi si stanno rafforzando le misure di sicurezza per l'arrivo, domani, del ministro degli Esteri Franco Frattini a Firenze, e per la 3 giorni del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, che sarà a Firenze da mercoledì  11 a venerdì.

 

E' la seconda volta in pochi giorni che appaiono scritte contro l'operazione della polizia, che si è concentrata sui frequentatori del centro ''Spazio liberato 400 colpi'', allestito in un locale occupato dell' Università. Nella notte tra il 5 e il 6 maggio scorsi, due giorni dopo l'operazione della Digos, venne imbrattata via del Parione, proprio davanti alla sede di ''Spazio Liberato 400 colpi''. In quell'occasione, durante una festa improvvisata, una cinquantina di persone chiuse la strada con transenne e imbrattò le facciate dei palazzi con le scritte: ''Osama vive'', ''Renzi mostro di Firenze'', ''Luca, Massi, Vitto, Dani, Pietro liberi''. Per quell' episodio la Digos ha denunciato 10 persone.


Oggi 15°
Domani 15°
Previsioni a cura del centro Epson Meteo
Articoli correlati
oggi
domani
Mediocre
Accettabile

Tutte le previsioni

Speciale Campionato di Giornalismo

Visualizza tutti gli annunci

10/12/2011 - Firenze

Agenti

Ciodue Italia S.P.A.

10/12/2011 - Firenze

Personale da inserire nel settore vendite

Brandini Spa

09/12/2011 - Firenze

Coordinatore di servizi per minori

Dvf

03/12/2011 - Firenze

Consulenti di vendita

Centro Porsche

03/12/2011 - Firenze

Regional Account Manager (Beers)

Wells And Young'S

Figline Valdarno

3 vani a Figline matassino

158000 €

Figline Valdarno

Villetta a Schiera a Figline Matassino

550000 €

Firenze

Viale Petrarca

550000 €

Ricerca avanzata annunci

BORGHI ALDO

annuncio

PASKOVIC VERA

annuncio

COVERI ENRICO

anniversario

ALFANI VANNI

trigesimo

MONCIATTI DONATELLA

anniversario

MUGNAINI LUCIANA

ringraziamento

NUTINI BRUNO

ringraziamento

La Nazione su Facebook