Firenze, 16 dicembre 2017 - Firenze non ha dimenticato il suo più sferzante e arguto menestrello, scomparso due anni fa. Anzi, come dimostra il successo – sia a livello di partecipazione degli artisti, che per quanto riguarda l’interesse e l’affetto del pubblico, che si è prenotato in gran quantità per seguire la prima edizione del Viva Marasco Contest, se ne dovrà tenere conto nell’organizzazione delle edizioni future. “Credo che se avessimo avuto a disposizione un teatro da tre o quattrocento posti lo avremmo riempito – spiega Sergio Bianco del SBJ -. Da due settimane erano esauriti i posti disponibili.  Ho dovuto rispondere negativamente a oltre 50 persone che volevano assistere alla serata”.

Il Viva Marasco Contest, che si tiene sabato 16 dicembre dalle 21 al Six Bars Jail (SMS Serpiolle, Via Delle Masse 38), vedrà il pisano Bernardo Sommani, Marco Cardanelli di San Miniato, Francesco Fuligni di Borgo San Lorenzo e Marco Rossinelli da Castelnuovo dei Sabbioni interpretare due brani ciascuno del repertorio maraschiano, accompagnati dalla band storica di Riccardo, che accanto al polistrumentista Silvio Trotta (al mandolino, mandoloncello, chitarra battente), vede Alessandro Bruni alla chitarra classica, Stefano Tartaglia ai flauti, Massimo Giuntini alla voce e l’attore Mario Betti, che racconterà l’epopea del menestrello fiorentino per antonomasia.

Nella seconda parte di questa intensa serata, il cui scopo è creare aggregazione intorno al ricordo di Riccardo Marasco e rendere omaggio all’indimenticabile chansonnier e studioso della tradizione musicale toscana, saranno protagonisti la cantautrice Lisetta Lucchini e l’orchestra a plettri La Nuova Pippolese e il fan club La Mandola Di Mafaldo (che dal 2008 ha aggregato i suoi tanti appassionati e cultori sparsi in tutta la Toscana). Nel corso della kermesse verranno proiettati alcuni video recuperati dagli archivi Rai. Materiale prezioso, visto che, in molti casi, si riferisce a programmi degli anni ‘70 in cui spesso Riccardo Marasco propose degli inediti. Per l’occasione è stato creata una pagina dedicata a Riccardo Marasco su Facebook, https://www.facebook.com/vivamarasco/