Firenze, 24 gennaio 2018 – Un’opera pop e di feroce cabaret quella delle “Nina’s Draq Queens” che, sotto la regia di Sax Nicosia, saranno in scena al Teatro Puccini venerdì 26 gennaio con la loro DragPennyOpera, un tributo a John Gay che scrisse la famosa “The Beggar’s Opera” nel 1728 come reazione parodistica al teatro lirico dell’epoca, criticandone i soggetti inverosimili, le messe in scena pompose e gli spettacoli pronti a rincorrere le mode.

Al centro di questo riadattamento moderno troviamo cinque eccentriche protagoniste: Peachum, Jenny, Polly, Lucy e Tigra, tutte donne che amano, tradiscono, rubano e uccidono usandosi a vicenda. I loro sono tutti cuori neri dalla nascita, ormai anneriti dalla vita, ma che pulsano vitali in uno scenario desolato. La loro è dunque una storia di morte, amore, sesso e soldi, ambientata in una metropoli indefinita ma profondamente attuale.

Il pubblico si ritroverà partecipe di un gioco pericoloso: l’ineluttabile leggerezza messa in campo dalle drag queen si declina in humor irriverente e comicità paradossale, nel disperato tentativo teatrale di realizzare il ritratto di un mondo sull’orlo del precipizio. Sul palco incontriamo: Alessio Calciolari, Gianluca Di Lauro, Stefano Orlandi, Lorenzo Piccolo e Ulisse Romanò. Info su: www.teatropuccini.it