Firenze, 29 gennaio 2018 - Cinquecento domande d'ammissione per l'anno accademico in corso. Oltre cento corsi accademici presenti nella offerta formativa, 817 studenti provenienti da 32 paesi del mondo: Albania, Argentina, Brasile, Cile, Cina, Colombia, Corea Del Sud, Costarica, Ecuador, Francia, Georgia, Germania, Giappone, Grecia, Iran, Italia, Kirghizistan, Kosovo, Malta, Messico, Mongolia, Polonia, Repubblica Ceca, Romania, Russia, Serbia, Spagna, Svizzera, Turchia, Ucraina, Ungheria e Usa. E poi, dato forse più interessante, l'incremento del 10,6% di iscritti rispetto all'anno accademico 2016/2017, dato in controtendenza se confrontato con la media nazionale dei conservatori (- 2,6 %).

Ma i numeri non finiscono qui: l'incremento più sostanzioso si registra infatti nella fascia degli studenti stranieri (+17,4%).

A Firenze e in Toscana il passato, il presente e il futuro del Cherubini, diretto dal maestro Paolo Zampini, tornano d'attualità. A testimonianza di ciò le numerose convenzioni e collaborazioni con le più importanti istituzioni fiorentine e toscane, una garanzia di presenza capillare sul territorio, dove gli studenti, i docenti e il personale del Cherubini sono impegnati in oltre 200 concerti, la maggior parte dei quali ad ingresso libero.

Il programma prende il via venerdì 2 febbraio con “Buon Compleanno Dallapiccola, iniziativa in cui esecutori e studiosi festeggiano l’anniversario della nascita del compositore istriano-fiorentino. L'evento curato dal Centro Studi Luigi Dallapiccola in collaborazione con il Conservatorio Cherubini e con l'Università degli Studi di Firenze, sarà introdotto alle 10 da una prolusione del Magnifico Rettore Luigi Dei, alla quale seguirà una maratona musicale che vedrà la partecipazione di tantissimi musicisti provenienti da tutta Italia (ingresso libero - Università degli Studi di Firenze - Aula Magna, Piazza San Marco 4).

Dal 3 al 5 febbraio presso la Sala del Buonumore - Pietro Grossi (Piazza delle Belle Arti 2, Firenze) una masterclass riservata agli studenti della classe di musica d’insieme per archi della professoressa Alina Company. Un'esperienza formativa a cura dell'ufficio relazioni internazionali del Conservatorio Cherubini in collaborazione con la Shanghai University School of Music, che vedrà gli allievi confrontarsi con la violinista cinese Sha. La masterclass, che vedrà partecipare anche alcuni studenti cinesi selezionati nell'ambito del progetto ministeriale Turandot, si concluderà lunedì 5 febbraio con un concerto con musiche di Vivaldi, Bach e Tchaikovsky (ore 21 - Sala del Buonumore - Pietro Grossi, ingresso libero).

Domenica 4 febbraio alle 11, tornano le Domeniche Metropolitane organizzate da MUS.E e realizzate grazie al sostegno di Giotto e di Mukki (ingresso libero per i residenti dei comuni dell'area metropolitana fiorentina fino ad esaurimento posti). In questa occasione il Conservatorio parteciperà al programma con il quintetto di ottoni del conservatorio Cherubini che si esibirà al Museo di Palazzo Vecchio.

Lunedì 5 febbraio alle 20, nella Sala dei Giochi di Villa Favard l concerto finale della Masterclass di Alex Sipiagin (Via di Rocca Tedalda Firenze - Ingresso libero). Il celebre trombettista russo con base a New York e attivo in numerose orchestre tra cui quella di Gil Evans, si esibirà in un concerto che lo vedrà a fianco del maestro Riccardo Fassi: pianista per anni a fianco del mitico Steve Lacy nonché direttore del dipartimento di jazz al Conservatorio Cherubini.

Giovedì 8 febbraio al via una nuova e importante collaborazione per il Cherubini, ovvero quella con la Fondazione Zeffirelli (Sala Musica - Piazza di S. Firenze 5 – inizio ore 21, ingresso 7 euro). La partnership verrà inaugurata con un concerto degli allievi del Conservatorio, in programma musiche di Šostakovič, Ibert, Saint-Saëns, Milhaud, Castelnuovo Tedesco e Rota.

Sabato 10 febbraio alle 21 al Teatro Niccolini di San Casciano Val di Pesa, in Convenzione con l'amministrazione comunale, concerto per il giorno del ricordo con musiche di Šostakovič, Leoš Janáček, Aleksandr Skrjabin per pianoforte solo.

Nel mese di febbraio la convenzione attiva fra il Teatro del Maggio e il Conservatorio si concretizzerà con due concerti. Il primo dal titolo “Avventura Sposa: il mito di Arianna” è previsto per sabato 10 febbraio alle 17 a Palazzo Davanzati (Via Porta Rossa, 13 – Firenze – Ingresso libero con il biglietto del Museo di Palazzo Davanzati) e vedrà protagonista l'ensemble di musica antica del Conservatorio. Il secondo è invece inserito del calendario dei “Giovedì di Casa Martelli” ed è previsto per giovedì 15 febbraio (ore 17 - Via Ferdinando Zannetti, 8 – Firenze - ingresso libero). Il concerto, “Le favorite: temi con variazioni sulla Favorita di Donizetti”, vedrà protagonisti alcuni allievi delle classi di pianoforte e di musica da camera.

Domenica 11 e lunedì 12 febbraio l'Orchestra sinfonica del Conservatorio Cherubini diretta dal maestro Paolo Ponziano Ciardi si esibirà in un concerto che vedrà nuovamente protagonista la violinista cinese Sha e il mezzosoprano Marina Comparato. I concerti dell'11 e del 12 febbraio sono inseriti del calendario della stagione Toscana Classica curata dal maestro Giuseppe Lanzetta e si terranno nella Chiesa di Santo Stefano al Ponte. In programma musiche di Ravel e Rimski Korsakov (Piazza di Santo Stefano, 5, Firenze – inizio ore 21, ingresso 15/20 euro).

Sabato 17 febbraio torna “Vetrina di libri”, la rassegna curata dalla professoressa Anna Menichetti, con interventi musicali di docenti e studenti del Conservatorio a cura della professoressa Donata Bertoldi (Ingresso libero, Sala del Buonumore Pietro Grossi – Piazza delle Belle Arti 2, Firenze). In occasione del cinquantesimo anniversario della morte del compositore Mario Castelnuovo Tedesco sarà presentato il libro di Angelo Gilardino Mario Castelnuovo Tedesco - Un fiorentino a Beverly Hills (Milano, Curci Editore Cidim, 2018). In questa occasione sarà inoltre presentato il testo Mario Castelnuovo-Tedesco, La penna perduta. Scritti 1919-1936, Edizione critica e saggio introduttivo di Mila De Santis (Ariccia Roma, Ed. Aracne, 2017). L'inizio dell'evento, a cui parteciperà anche la Prof.ssa Mila de Santis (Università di Firenze – SAGAS), è previsto per le 16.30. A seguire concerto con musiche di Mario Castelnuovo Tedesco a cura delle classi di canto, chitarra e musica da camera del Conservatorio.

Sabato 3 e domenica 4 marzo nella Sala del Buonumore – Pietro Grossi il concerto della classe di direzione d’orchestra del M° Alessandro Pinzauti con musiche di Mozart e Dvorak (inizio ore 21, ingresso libero).

Lunedì 12 marzo sempre alla Sala del Buonumore – Pietro Grossi il convegno sul compositore, musicista e musicologo Edoardo Cavallini, di cui il Conservatorio Cherubini possiede il Fondo Musicale (inizio ore 15, ingresso libero). Al convegno, dedicato ad una delle figure più interessanti e originali tra le avanguardie musicali del ‘900, interverranno il Direttore del Conservatorio Paolo Zampini e il prof. Dario Lo Cicero. A seguire concerto di un quintetto per fiati a cura della classe di musica d’insieme per fiati del Prof. Guido Corti.

Fra le attività di formazione aperte al pubblico meritano di essere citate la Masterclass del violinista Cristiano Rossi prevista a Villa Favard lunedì 12 e giovedì 15 marzo e il seminario del professor Marco Giboni dedicato al chitarrista Mauro Giuliani e allo stile classico dei chitarristi dell’ottocento previsto per venerdì 16 e sabato 17 marzo fra la biblioteca Marucelliana e la biblioteca del Conservatorio.

Infine, sempre a Villa Favard, in collaborazione con l’Associazione Proximo di Arezzo, dal 17 al 23 marzo la masterclass in violino con Sergei Grishenko: violinista di fama internazionale, per 20 anni primo violino di spalla del Teatro Bolshoj di Mosca (per maggiori informazioni e iscrizioni produzione@consfi.it).