Empoli, 5 novembre 2017 - Lo Spezia costringe l'Empoli a inseguire e lo fa tremare, ma Pasqual al 33' della ripresa.

Parte subito forte lo Spezia che batte due angoli consecutivi e sul secondo Pessina, direttamente dalla bandierina mette in grande difficoltà Provedel (4’).  Dall’altra parte Krunic ci prova dalla lunghissima distanza con il destro, mandando la sfera sul fondo (11’). Azzurri in vantaggio al 12’, ma Donnarumma prima di colpire di testa aveva spinto Terzi. Viene chiuso da Castagneti il tiro di Mastinu al 24’ che cercava di approfittare dell’uscita fuori dall’area di Provedel. Finisce alto sopra la traversa il destro da fuori area di Maggiore, ben liberato da Lopez (29’). S’inarca e tocca con la mano destra il pallone in corner Di Gennaro, sul vellutato lob di Donnarumma dal limite. Ed è ancora l’attaccate che era in forse prima del via ad essere protagonista:  supera in velocità Lopez e Terzi, lascia partire un rasoterra, ma non è troppo angolato e così Di Gennaro para facile sulla propria destra (41’).

Nella ripresa ripartono gli stessi 22 e la prima occasione pericolosa, al 6’, è di marca locale con Krunic che fa tutto da solo, si insinua in area e con un rasoterra manda la palla vicinissima al palo alla destra di Di Gennaro.

E quando non te l’aspetti, al 7’ lo Spezia passa in vantaggio: Mastinu controlla di petto e calcia di sinistro al volo cogliendo impreparato Provedel sulla sua destra. È lo 0-1.

Gli aquilotti non si chiudono e al 14’ il doppio tentativo di Marilungo viene deviato in corner. Poi, la pressione empolese costringe gli spezzini ad affidarsi alle ripartenze come quella della mezz’ora che sfuma per un anticipo di Luperto su De Col.

I frutti, per i padroni di casa, arrivano al 33’: Pessina tocca con la mano vicino alla lunetta e dal successivo calcio di punizione Pasqual calcia perfettamente alla destra di Di Gennaro che rimane immobile a guardare la palla infilarsi in rete. Con lo Spezia chiuso nella propria metà pronto a colpire nelle ripartenze con Soleri, l’Empoli assalta la porta aquilotta senza però mai impensierire Di Gennaro.

Empoli-Spezia 1-1

PRIMO TEMPO 0-0

EMPOLI (3-4-1-2): Provedel; Veseli, Romagnoli, Luperto; Untersee (18’ st Ninkovic), Bennacer, Castagnetti (35’ st Zajc), Pasqual; Krunic; Caputo, Donnarumma (18’ st Piu). A disp. Terraciano, Giacomel, Simic, Seck, Traore, Jakupovic, Lollo, Zappela, Di Lorenzo. All. Vivarini.

SPEZIA (4-3-1-2): Di Gennaro; De Col, Giani, Terzi, Lopez; Maggiore (29’ st Capelli), Bolzoni, Pessina; Mastinu (24’ st Vignali); Marilungo (37’ st Soleri), Forte. A disp. Saloni, Ceccaroni, Gilardino, Augello, Giorgi, Calabresi, Okereke, Masi, Giuliani. All. Gallo.

Arbitro: Illuzzi di Modena (assistenti Robilotta di Sala Consilina e Pagliardini di Arezzo; quarto uomo Dionisi dell’Aquila).

Marcatori: 7’ st Mastinu (S), 33’ st Pasqual (E).

Note: spettatori 4.000 circa. Ammoniti Castagneti, Pessina, Provedel, Lopez. Tiri in porta 4-2. Tiri fuori 7-3. In fuorigioco 1-0. Angoli 8-8. Recuperi 1’ pt e 5’ st.