Empoli, 9 dicembre 2017 - Un successo di rigore, ma ampiamente meritato, quello dell'Empoli sul Carpi. A decidere il match è stato un rigore di Donnarumma al 44' del primo tempo. L' Empoli ha faticato poco per avere in mano il controllo del match: tra l'altro il tecnico Vivarini aveva proposto per la prima volta in cabina di regia l'algerino Bennacer al posto di Castagnetti, con ottimi risultati.

Si è fatto sentire anche il rientro di capitan Pasqual sulla sinistra. L'ex Romagnoli ha guidato la difesa senza problemi, mai in difficoltà Provedel che si è limitato alla ordinaria amministrazione. Davvero poche le occasioni da segnalare per il Carpi, mentre dalla parte dell' Empoli, come sempre, a emergere la forza esplosiva di Caputo che più di una volta è andato al tiro. Vicino al gol anche Simic, sugli sviluppi di una palla inattiva il suo colpo di testa ha sfiorato il palo. Poi al 43' del primo tempo l'azione personale di Donnarumma che ha deciso il match: Poli lo stende in scivolata in piena area, rigore netto e furbamente cercato dall'attaccante. Lo stesso giocatore è andato sul dischetto per battere, spiazzandolo, Colombi tra i pali. Un successo importante per l' Empoli che nelle ultime sette gare aveva vinto in casa solo col Cesena. Tre punto che portano gli azzurri a tornare a sfiorare la vetta della serie B.