Fucecchio (Firenze), 18 gennaio 2018 - Si correrà domenica 25 febbraio. Vi parteciperanno oltre mille atleti, nazionali e internazionali. Ha raggiunto la 13esima edizione e superato quota 10mila iscritti dall’anno di fondazione a oggi. La Mezza Maratona «Città di Fucecchio» scalda i motori e si prepara a regalare alla città di Montanelli una giornata all’insegna di sport e agonismo. Un evento, come accennato, di cui sentono il richiamo atleti di tutte le nazionalità, provenienti da tutta la Toscana come da ogni parte d’Italia. Si ricorda poi che anche quest’anno all’interno della maratona si correrà il settimo campionato nazionale donatori di sangue Fratres, l’ottava «Walking» guidata dalla campionessa mondiale di marcia Milena Megli senza dimenticare il campionato regionale «Criterium» e l’immancabile corsa ludico-motoria di 5 e 10 chilometri oltre alla gara dedicata agli studenti con un percorso di 1,5 chilometri. Sfide nelle sfide dunque che fanno della maratona «Città di Fucecchio» un evento davvero da non perdere. Parola di Alessandro Lambruschini, bronzo olimpico del 3000 siepi alle Olimpiadi del 1996 ad Atlanta.

RIVEDI L'EDIZIONE 2017: clicca qui

"Di anno in anno siamo diventati un esempio per tutti. La nostra più grande soddisfazione è vedere che molte altre manifestazioni hanno seguito le nostre orme e che anche a livello organizzativo siamo competitivi anche rispetto a corse ben più importanti. La corsa di Fucecchio fa da apripista anche ad altri comuni che pensano di dedicare un giorno dell’anno alla maratona. E questo ci riempie di piacere".

La corsa si terrà interamente su strada asfaltata, il tutto all’interno della cornice del centro storico e delle contrade. Ogni partecipante riceverà una busta con il materiale tecnico (pettorale, spille e chip) oltre a un apposito gadget in ricordo della manifestazione. Il pettorale e il pacco gara potranno essere ritirati sabato 24 febbraio dalle 16 alle 19 e domenica 25 febbraio dalle 7.30 alle 9 alla palestra dell’Istituto superiore «Checchi» di Fucecchio in viale Gramsci.

Gianni Capuano