Vinci (Firenze), 11 agosto 2017 - Nonostante la pioggia del primo pomeriggio, dalle 19 di giovedì sera il borgo di Vinci è stato invaso da migliaia di persone, tutte animate dalla voglia di stare al fresco, in compagnia di stelle e buon vino. I numeri di questa edizione di Calici di Stelle sono eccezionali: 750 calici venduti, circa 5mila persone complessivamente, 120 passaggi per una navetta sempre piena verso la Villa Il Ferrale, 95 persone negli 8 gruppi del “Tour degustazione guidati”, 150 persone accompagnate sulla torre della Rocca dei Conti Guidi per l'osservazione delle stelle dalla vetta del castello vinciano.

“La mail di riferimento - racconta Marco Monti, presidente del Consorzio Colline di Vinci - è stata presa d'assalto fin dai primi giorni della presentazione alla stampa e già buona parte delle prenotazioni era finita prima dell'inizio della manifestazione”. I banchi per le degustazioni, i punti d’osservazione con i telescopi e quelli gastronomici sono stati sempre impegnati e spesso si registrava un'ordinata fila, in attesa delle spiegazioni dei sommelier e degli astrofili o della scelta delle vivande. E la musica dal vivo della blues band di Filippo Barontini ha accompagnato magistralmente la notte di San Lorenzo, grazie anche alla partecipazione straordinaria del musicista di fama mondiale Andrea Tofanelli, che ha fatto "cantare" la sua tromba come pochi al mondo sono in grado di fare.

Anche i commenti di fine serata registrati fra il pubblico sono stati molto positivi e testimoniano di una manifestazione ben riuscita e un prodotto enologico di sicura qualità. “Il continuo aumentare del successo di Calici di Stelle a Vinci, ormai alla sua 14esima edizione - commenta Monti - credo sia la testimonianza più chiara del buon lavoro svolto dal 2003 nella promozione e valorizzazione della qualità di un territorio e il primo ringraziamento va sicuramente alle aziende agricole associate che tutti i giorni lavorano con passione nonostante le mille difficoltà che si presentano: Doccia al Poggio, Fattoria dei Desideri, Fattoria di Faltognano, Fattoria Dianella I, Tenuta Santini, Tenuta Bacco a Petroio, La Doccia di Vinci e Poggio Argentale. Particolare menzione meritano sia l'amministrazione comunale, che ci sostiene da sempre nella nostra attività e le associazioni che ci hanno accompagnato nella serata: Gruppo Astrofili di Montelupo (da 14 anni con noi), AIS Valdelsa, ProLoco Vinci, Slow Food Empoli, Misericordia di vinci, Ccn Vincincentro, Compagnia Teatrale Marvesio".

"Un'edizione da incorniciare - aggiunge Paolo Santini, assessore alla Cultura del Comune di Vinci - con un grande afflusso di pubblico in una serata finalmente un po' più fresca. Ottimo cibo, grandi vini di Vinci, serviti in degustazione rigorosamente da sommelier dell'Ais, tour guidati alla scoperta dei vini locali, degustazioni sulla torre del castello e alla villa del Ferrale, Museo Leonardiano aperto, osservazione dei pianeti e della volta celeste a cura del gruppo astrofili di Montelupo che per l'occasione hanno portato a Vinci molti telescopi, consentendo a tutti coloro che lo desideravano di poter osservare il cielo, e una grande band capeggiata dallo strepitoso Filippo Barontini e rinforzata dalla presenza come ospite dello stratosferico trombettista Andrea Tofanelli, hanno reso l'atmosfera di Vinci magica nella serata del 10 agosto. Un ringraziamento al Consorzio Colline di Vinci e a tutti quelli che hanno reso possibile organizzare l'evento. L'appuntamento è per la prossima edizione di calici di stelle".