Empoli, 24 settembre 2017 - Il Pd empolese corre verso il congresso e presenta la candidatura alla segreteria di Jacopo Mazzantini. Enrico Sostegni, infatti, lascia dopo quattro anni di mandato. Lo ha detto lui stesso venerdì sera al circolo Arci di Cambiano, nel comune di Castelfiorentino, dove si è svolta la direzione e l’assemblea territoriale del Partito democratico dell’Empolese Valdelsa. Si è cominciato il percorso congressuale che fra il 12 e il 22 ottobre vedrà la svolgimento dei congressi dei circoli, delle unioni comunali e dei coordinamenti territoriali.

L’assemblea si è aperta con la relazione del segretario uscente: «Questi quattro anni sono stati per me molto importanti – ha detto Sostegni –. Abbiamo affrontato grandi sfide ottenendo ottimi risultati, con una rappresentanza istituzionale mai avuta prima da questo territorio: un ministro (Luca Lotti) due parlamentari (Laura Cantini e Dario Parrini), un assessore regionale (Vittorio Bugli), un consigliere regionale (Sostegni), il vicepresidente della Città metropolitana (Brenda Barnini) e l’assessore alle infrastrutture della stessa (Alessio Falorni). Questo ci permette di rappresentare con forza le istanze del territorio. Il Partito democratico dell’Empolese Valdelsa è dunque un elemento di competitività del territorio e tutto questo c’è grazie a voi, che costituite un partito sano, forte e coeso, che fa formazione e può far crescere una nuova classe dirigente». Sostegni ha poi sottolineato la sua soddisfazione per la candidatura di Mazzantini alla sua successione: «Sono stato felice che il nome che emergeva con forza fosse il suo. E’ una persona che avrà come primo obiettivo un partito unito».

Mazzantini, visibilmente emozionato, ha ringraziato Sostegni e ha accettato la candidatura a segretario territoriale. Ha raccontato che pur vivendo a Empoli molto vicino alla sede del partito, aveva sempre visto con soggezione quel palazzo di via Fabiani, fino a quando è nato il Partito democratico, che ha vissuto come un evento a cui ha voluto prendere parte e diventarne protagonista. Poi ha annunciato il ticket con l’attuale segretario di Castelfiorentino Monica Salvadori, spiegando che «abbiamo già lavorato assieme in questi anni, tra di noi c’è una dichiarata stima reciproca e abbiamo avuto percorsi analoghi nei rispettivi Pd comunali. Insieme, soprattutto dopo il congresso, possiamo essere un valore aggiunto». «Avverto, parallelamente al rafforzamento dell’attività tradizionale del partito, l’esigenza di investire tempo e competenze nella costruzione di una organica strategia territoriale on line – ha aggiunto Mazzantini – per realizzare quel famoso secondo livello di aderenza al Pd che ne rappresenta il tratto peculiare di partito per statuto degli iscritti e degli elettori».