Empoli, 30 dicembre 2017 - Violenza sessuale, rapina ed estorsione. Sono i reati per i quali un marocchino di 24 anni ieri è stato fermato dai carabinieri a Empoli. Il giovane è accusato di aver aggredito e poi derubato della borsa, nella notte tra il 28 e il 29 dicembre scorsi, una ragazza alla quale aveva prima proposto di venderle una dose di cocaina in cambio di una prestazione sessuale.

Secondo quanto raccontato dalla donna, che ieri mattina si è presentata dai carabinieri per sporgere denuncia, il ventiquattrenne, in evidente stato d'ebrezza, dopo che lei si era rifiutata di accettare lo scambio proposto, l'avrebbe aggredita, tappandole la bocca per impedirle di urlare, e l'avrebbe palpeggiata. La ragazza, però, sarebbe riuscita a liberarsi della presa del marocchino mordendogli la mano, e sarebbe così scappata.

L'aggressore, però, che nel frattempo le aveva rubato la borsa, l'avrebbe raggiunta e colpita di nuovo, minacciandola e chiedendo una prestazione sessuale in cambio della borsa. La presenza di altre persone, alla fine, lo avrebbe indotto ad allontanarsi.

I carabinieri, anche grazie alle immagini riprese dalle telecamere della zona, hanno identificato il ventiquattrenne, senza fissa dimora e già noto alle forze dell'ordine, e lo hanno fermato nell'abitazione di un conoscente. Il giovane era ancora in possesso della borsa della ragazza. Il marocchino è stato portato nel carcere fiorentino di Sollicciano a disposizione dell'autorità giudiziaria.