Empoli, 7 febbraio 2018 - Street sport come strumento per riqualificare e riutilizzare lo spazio pubblico urbano e, allo stesso tempo, aggregare e contrastare l’emarginazione giovanile. Il tutto guardando anche alle scuole del territorio e alla realizzazione di aree ad hoc, all’aperto e indoor. Ecco l’anima del progetto ‘Open Space’ che sta prendendo campo a Empoli grazie al comitato Uisp Empoli Valdelsa che ha portato alla nascita della prima associazione territoriale di skaters. Nei prossimi mesi, grazie alla collaborazione del Comune e dell’istituto per geometri ‘Brunelleschi’, verrà realizzato in città uno skate park, ovvero uno spazio attrezzato dove poter praticare uno sport molto diffuso tra i più giovani.

Una pista attesissima dagli appassionati di skate, che finora hanno dato spettacolo in piazza della Vittoria, rischiando multe a suon di slalom ed evoluzioni tra i passanti. Il progetto ‘Open Space’ prevede la costituzione di gruppi di giovani amanti dello street sport che diventano protagonisti del cambiamento e del proprio progetto di futuro con lo sport di strada ‘strumento’ di lavoro per la valorizzazione degli spazi pubblici, trasformati in palestra sociale a cielo aperto. E qui si inserisce a pieno titolo la ‘Empoli skate agorà’. E’ questo il nome della nuova associazione costituita a inizio anno da una ventina di giovani skaters empolesi tra i 15 e 30 anni.

«Finora non eravamo mai riusciti a creare un soggetto in grado di aggregare gli amanti dello skate sul territorio – spiega Tommaso Bertini, presidente dell’associazione – A Empoli sono tanti coloro che praticano questo sport, ma non esistono spazi e strutture per farlo in modo sicuro». Fatta l’associazione, Open Space diventerà luogo, con la realizzazione di uno Skate Park. I giovani stanno già lavorando a un piano insieme ad alcune classi dell’istituto ‘Brunelleschi’ di Empoli per creare il logo dell’associazione e fare le misurazioni tecniche del parco a tema che potrebbe sorgere a Santa Maria o al parco Mariambini. «Lo skate è uno sport diffuso e siamo felici di aver coinvolto tanti giovani appassionati – sottolinea Filippo Lebri, responsabile Area Giovani e coordinatore del progetto Open Space di Uisp Empoli Valdelsa – Abbiamo lavorato tutti insieme e ciò che stiamo realizzando è un qualcosa di veramente importante per i ragazzi». E in attesa che lo Skate Park diventi realtà, porte aperte al Palasport di Empoli.

«I ragazzi avranno due ore la settimana, il sabato dalle 18 alle 20, nelle quali potranno praticare lo sport in sicurezza e al coperto – continua Filippo Lebri – Grazie ai fondi messi a disposizione da Open Space, acquisteremo alcune attrezzature mobili che potranno essere montate nella pista di pattinaggio. Inoltre, stiamo pensando di creare un progetto di skateboarding da inserire nelle scuole secondarie del territorio da settembre, per far conoscere questa attività ai ragazzi».