Certaldo, 12 ottobre 2017 - Ladri di professione, specializzati in furti su auto. Tre colpi, tutti messi a segno a Certaldo, tessere di uno stesso puzzle ricostruito grazie alle indagini del carabinieri e a parte della refurtiva scoperta a casa dei due ladri. S.J., 18 anni di Poggibonsi, e K.V.P., 22enne di origini bulgare, entrambi residenti a Certaldo e denunciati per furto aggravato in concorso.

Sono finiti nel mirino dei militari della stazione locale che, ieri, hanno effettuato le perquisizioni. Nel corso dei controlli, tra paia di occhiali da sole, web cube (un dispositivo multimediale), telefoni cellulari e quant’altro, considerati di dubbia provenienza e dunque sequestrati, sono sbucate anche le chiavi di un’abitazione: queste hanno permesso di collegare a un primo furto avvenuto il 27 agosto, con una Fiat Panda rubata e abbandonata il giorno dopo, un secondo episodio datato 28 agosto.

Le chiavi recuperate in quella casa si trovavano su un’auto in sosta, svaligiata dai malviventi, autori anche di un terzo raid il primo ottobre. A indicarlo altre chiavi, stavolta di auto, ritrovate ieri insieme ad alcune tessere carburante tra cassetti e armadi dei due: oggetti spariti a inizio mese da un magazzino di via Ciari. Una sorta di domino criminale ricostruito dai carabinieri. Passaggi che hanno permesso di chiedere e ottenere la determinante perquisizione domiciliare.