Empoli, 20 dicembre 2017 - All’interno della sua abitazione, in camera, seduta sulla poltrona, ormai senza vita. Un braccio, il sinistro praticamente straziato dai morsi dei suoi due cani, pastori tedeschi, in casa con lei. Una scena tremenda quella che si sono trovati davanti gli occhi i familiari di R.C., 102 anni, originaria di San Casciano Val di Pesa dove era nata nel 1915, ma residente a Brusciana, frazione di Empoli.

Abitava nella stessa palazzina della figlia, una casa in campagna. In una zona tranquilla, fuori dalla città.

La drammatica scoperta è stata fatta verso le 21 di ieri sera, martedì 20 dicembre. Immediatamente è stato dato l’allarme alle forze dell'ordine. Sul posto, in via del Grassellino, sono intervenuti i carabinieri della stazione di Empoli, insieme ai soccorritori inviati dalla centrale operativa del 118 Empoli Pistoia

Per l'anziana, molto conosciuta nella zona dove viveva ormai da tempo, non c'è stato niente da fare: inutili i soccorsi. La salma è stata trasportata dalla Misericordia di Empoli all’istituto di medicina legale di Careggi, a Firenze. Lì sarà svolta l’autopsia come disposto dal sostituto procuratore di turno, informato dell'accaduto dai militari della Compagnia empolese guidata dal capitano Giorgio Guerrini.

Restano da accertare le cause della morte dell’anziana. L’ipotesi più probabile, al momento, è che sia stata colta da un malore e che i cani l’abbiano morsa in seguito, per 'svegliarla'. Ma, maggiori certezze sono attese dagli esami post mortem.