Empoli, 9 agosto 2017 - Veglia due giorni il corpo del figlio morto: è accaduto a Empoli, dove una donna invalida non ha potuto chiamare i soccorsi prorpio per il suo stato di infermità, che non le consente di camminare e non le ha permesso di raggiungere un telefono. L'uomo, 57 anni, è spirato a causa di un malore. La donna ha assistito alla morte del figlio senza poter far nulla. E' stato l'arrivo di un'assistente sociale, almeno un paio di giorni dopo la morte, a far scoprire la tragedia. C'è stata la chiamata immediata al 118 ma per l'uomo non c'era più niente da fare. Madre e figlio, che vivevano insieme, erano seguiti dai servizi sociali e appunto la visita era programmata.