Certaldo, 14 luglio 2017 - Appena imboccata la strada che porta al borgo alto di Certaldo, si avverte che è una grande festa. L’atmosfera è calda, note e applausi vanno oltre le mura del borgo, pacate e tuttavia coinvolgenti. Il brusio è quello dell’appuntamento azzeccato fatto di gente, tanta, ed eventi, per tutti. La prima di Mercantia è il solito successo, anzi di più: 5.400 gli spettatori, dato Siae ‘biglietti staccati’ alla mano. Numeri in crescita rispetto al 2016. Il festival internazionale del teatro di strada è un successo che va avanti da trent’anni a questa parte, portando a casa di edizione in edizione conferme su un format che convince. Per le strade di un borgo invaso da gente del posto come da stranieri non c’è angolo escluso da un programma che parla a ogni visitatore. Dagli spettacoli per i più piccoli con sorrisi strappati e applausi incontenibili si passa alle esibizioni di artisti che, ognuno a modo suo, offrono un pezzo di sé.

C’è chi parla con il fuoco, chi balla sulla facciata degli antichi palazzi. C’è chi gioca con delicate bolle di sapone e chi dipinge o intarsia il legno, dando vita a oggetti che, terminati, incantano per gusto e originalità. Strada facendo, passando da un vicolo all’altro, è impossibile non incappare in un buon motivo per andare oltre, per scoprire dell’altro tra volti allegri, sguardi curiosi e giovanissime con il capo decorato da coroncine di fiori, sinonimo di semplicità e cura del dettaglio. Qualità che si ritrovano nella manifestazione, inaugurata mercoledì pomeriggio con tanto di ‘cerimonia-compleanno’ con tutti i sindaci del circondario in prima fila. Trent’anni, del resto, vanno festeggiati a dovere. Possibilmente senza intoppi, o comunque limitandoli al minimo.

Così è stato in chiave ordine pubblico: stando a quanto spiegato dagli addetti ai lavori, niente da segnalare, ordinanze rispettate e salvo una brutta caduta di una giovane costretta a far ricorso alle cure del pronto soccorso, la serata è filata liscia. Insomma, una partenza con il piede giusto, da tutto esaurito per lo spettacolo di danza butoh di Simona Bucci e per «Punte di spillo», rappresentazione di Sandra Landi che stimola lo spettatore a riflettere sulla silente e spietata piaga del femminicidio. Il progetto Mercantia, rotto il ghiaccio, è pronto a conquistare curiosi e ‘vecchie conoscenze’ negli ultimi tre giorni di festa.

Decine gli spettacoli per «La grande festa» certaldese che fino a domenica potrà contare sulle performance di settantacinque compagnie artistiche e gruppi musicali con eventi fino all’1 di notte, tranne domani quando la serata durerà un’ora in più. Cosa è proibito perdersi? Tutto. A partire dalla la parata di strada degli olandesi Close Act, con «Saurus, giant beasts from prehistoric times», allo show del quartetto di mimi Dekru, da Kiev, con «Anime leggere» fino alla performance delle bergamasche Cafelulé, compagnia di grido di danza verticale. Tutto il programma su mercantiacertaldo.it.